:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 LIBRI (consigli & recensioni)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Mar 30, 2010 3:52 pm

Che bello leggere queste recensioni "appassionate"!

Anche io adoro i libri, mi sarebbe piacuto molto trasmettere ai miei figli questa passione.
Ma ne' "via DNA", ne' via "esempio diretto", ci sono riuscita, e mi spiace veramente molto. nuoooo daiii
Tornare in alto Andare in basso
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Mar 30, 2010 7:23 pm

ho adorato terzani da un ''indovino mi disse '

poi l'ultimo giro di giostra ,ho letto anche due libri ,sempre suoi su reportages in oriente nelle guerre che l'hanno sconvolto ..,,ha una penna fantastica e un intuizione acuta

anche il libro ultimo ,quello scritto da suo figlio sotto forma di intervista ,negli ultimo giorni di vita,,,''la fine è il mio inizio''

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Mar 30, 2010 10:53 pm

"Il Mostro e la simmetria. Una delle più grandi scoperte della matematica" di Mark Ronan



Il "mostro di simmetria" è un gigantesco fiocco di neve che esiste in 196.884 dimensioni...

Questa è la storia di una ricerca matematica che vede tra i suoi protagonisti personaggi brillanti e dal tragico destino e che ha alla fine rivelato il "mostro", un oggetto per nulla mostruoso, la cui struttura è anzi dotata di una squisita bellezza e di una grande complessità.

Viene raccontata per la prima volta la curiosa serie di coincidenze che hanno portato a significativi passi avanti nello studio matematico della simmetria e, forse, a una comprensione del tutto nuova e profonda dell'Universo.
Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Sab Apr 10, 2010 4:09 pm

Un'Inquietante simmetria
di Niffenegger Audrey


Avvolta in un’atmosfera spettrale, una perfetta storia di fantasmi del XXI secolo e al contempo una riflessione sull’amore e l’identità, sugli affetti segreti, la sorellanza e sulla tenace, straordinaria intensità della vita, anche dopo la morte --- Morta prematuramente all’età di quarantaquattro anni, Elspeth Noblin lascia la sua dimora londinese in eredità alle nipoti gemelle, Julia e Valentina. Le ragazze, cresciute negli Stati Uniti e legate da un intenso anche se combattuto attaccamento reciproco, non hanno mai conosciuto la zia: sanno solo che anche lei e la loro madre erano sorelle gemelle. Libere da impegni di studio e di lavoro, decidono di trasferirsi nell’appartamento di Elspeth, che confina con il cimitero di Highgate, autentico monumento a cielo aperto della Londra vittoriana. Qui incontreranno gli altri abitanti del palazzo: Martin, brillante studioso affetto da una grave nevrosi che gli impedisce di uscire di casa; sua moglie Marjike, intrappolata dalla malattia del marito che la costringerà a prendere un’importante decisione; e Robert, lo sfuggente amante di Elspeth, impegnato nella stesura di un’imponente tesi di dottorato sulla storia del cimitero. A mano a mano che le ragazze si lasceranno coinvolgere nelle inquietanti esistenze dei nuovi vicini di casa, scopriranno che Highgate brulica di strane “presenze”, tra cui la stessa Elspeth, che non sembra intenzionata a lasciare la sua casa, né (forse) la vita terrena…
E' UN LIBRO VELOCE DA LEGGERE..UN BUON ROMANZO...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
margherita55
Scrittore
Scrittore
avatar


MessaggioOggetto: ultimo libro letto   Mar Apr 13, 2010 9:03 pm

lingua

.............HO CERCATO IL TUO NOME
................................di Nicholas SPARKS


uso le stesse parole ,....Una foto trovata per caso;
...................................il ritratto di una donna da gli occhi verdi;
....................................un viaggio che conduce inevitabilmente a quel sorriso,...

......................................HO CERCATO IL TUO NOME
.......................................è la storia indimenticabile di un uomo che;
.........................................seguendo il proprio destino, incontrerà l'amore,
..........................................quello vero e senza fine.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Apr 16, 2010 10:39 am

"La principessa di ghiaccio" di Läckberg Camilla



"La casa era deserta, vuota. Il gelo penetrava in ogni recesso. Nella vasca si era formata una sottile pellicola di ghiaccio, e lei aveva cominciato ad assumere un aspetto leggermente bluastro. Gli parve che somigliasse a una principessa, lì stesa. Una principessa di ghiaccio".

Erica Falck è tornata nella casa dei genitori a Fjällbacka, incantevole località turistica sulla costa occidentale della Svezia che, come sempre d'inverno, sembra immersa nella quiete più assoluta. Ma il ritrovamento del corpo di Alexandra, l'amica d'infanzia, in una vasca di ghiaccio riapre una misteriosa vicenda che aveva profondamente turbato il piccolo paese dell'arcipelago molti anni prima. Erica è convinta che non si tratti di suicidio, e in coppia con il poliziotto Patrik Hedström cerca di scoprire cosa si nasconde dietro la morte di una persona che credeva di conoscere. A trentacinque anni, con la sensazione di non sapere bene cosa volere nella vita ma stimolata da un nuovo amore, approfitta del suo status di scrittrice per smascherare menzogne e segreti di una comunità dove l'apparenza conta più di ogni cosa.



(Leggevo gialli scandinavi già quando ero molto più giovane e non erano ancora di moda -una mia sensazione dopo la pubblicazione della Trilogia Millenium-... dopo le delusioni del 2° e del 3° di Larsson, questo è un buon giallo che mi ha coinvolta dalla 1ma all'ultima pagina, ero partita con il voler leggere un paio di capitoli prima di dormire, ma combattendo contro il dolore alle mani l'ho letto tutto in poco più di 5 ore tra ieri sera e la notte)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Dom Apr 25, 2010 5:48 am

Mi sono ritrovata (purtroppo) a rispolverare le pagine ingiallite

di questo libro.... nuoooo daiii

Ve lo presento, non aiuta a risolvere i problemi contingenti,

ma almeno a capire che anche altri, come questo autore-docente di filosofia,

non ne sono immuni...... nessuno ne è immune nel corso della vita....





sottolineo:

"Quando si soffrono le pene della disperazione d'amore

bisognerebbe buttare l'io nella pattumiera.

In genere esso è già là che ci attende." schifoooo
Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Dom Apr 25, 2010 8:52 pm


La bambina che salvava i libri
di Zusak Markus


Fu a nove anni che Liesel iniziò la sua brillante carriera di ladra. Certo, aveva fame e rubava mele, ma quello a cui teneva veramente erano i libri, e più che rubarli li salvava. Il primo fu quello caduto nella neve accanto alla tomba dove era stato appena seppellito il suo fratellino. Stavano andando a Molching, vicino a Monaco, dove li aspettavano i loro genitori adottivi. Il secondo, invece, lo sottrasse al fuoco di uno dei tanti roghi accesi dai nazisti. A loro piaceva bruciare tutto: case, negozi, sinagoghe, persone... Piano piano, con il tempo ne raccolse una quindicina, e quando affidò la propria storia alla carta si domandò quando esattamente la parola scritta avesse incominciato a significare non solamente qualcosa, ma tutto. Accadde forse quando vide per la prima volta la libreria della moglie del sindaco, un'intera stanza ricolma di volumi? Quando arrivò nella sua via Max Vandenburg, ex pugile ma ancora lottatore, portandosi dietro il "Mein Kampf" e infinite sofferenze? Quando iniziò a leggere per gli altri nei rifugi antiaerei? Quando s'infilò in una colonna di ebrei in marcia verso Dachau? Ma forse queste erano domande oziose, e ciò che realmente importava era la catena di pagine che univa tante persone etichettate come ebree, sovversive o ariane, e invece erano solo poveri esseri legati da spettri, silenzi e segreti.
    POCHI LIBRI HANNO LA CAPACITA' DI ENTRARE NEL CUORE E DI RESTARCI...QUESTO E' UNO DI QUELLI...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Dom Apr 25, 2010 10:42 pm

"Guida Galattica per gli Autostoppisti" di Douglas Adams



Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.


Il più bel libri di fantascienza che abbia mai letto, (consiglio anche il film).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Lun Apr 26, 2010 5:10 pm

DONNE DAGLI OCCHI GRANDI di ANGELES MASTRETTA



Le donne dagli occhi grandi guardano il mondo con meraviglia ed entusiasmo, con rabbia, tormento e determinazione, con voglia di vivere e di combattere.

Le donne dagli occhi grandi sono tante, tutte affascinanti, ciascuna con la propria unica e particolare bellezza concentrata in un particolare del viso, in una ciocca di capelli, nel modo di incedere, di parlare o di sorridere.

Le donne dagli occhi grandi amano con passione, fanno dell’oggetto del loro desiderio il centro della propria vita, pronte a sacrificarsi, a mentire, a negare se stesse, a fare le valige e partire.

Sono mamme, mogli, amanti, sorelle, entrano in punta di piedi, si presentano con il loro abito della domenica o con le vesti comode che tengono in casa mentre sono affaccendate con figli e mariti; si destreggiano tra fornelli e ricami, tra chiacchiere con le amiche e cene di cortesia; hanno addosso il profumo delle spezie e delle noci, del cioccolato e del peperoncino, l’odore di olive e vaniglia, di zucchero grezzo e baccalà, l’odore della città di Puebla; vivono nel loro spaccato di quotidianità che non ci appare però mai banale, mai scontato od ordinario perché ad interpretarlo, con la forza trascinante dei propri pensieri e sentimenti, sono loro stesse, le donne dagli occhi grandi.

"La zia Mariana era nella situazione ideale per vivere felice e contenta per il resto dei suoi giorni. E così sarebbe stato, lo sapeva bene, se non le fosse capitata la disgrazia di intravedere la felicità. Soltanto a lei sarebbe potuta venire in mente una sciocchezza simile. Si era proposta di vivere in pace: perchè farsi rovinare la vita dalla guerra? Non si sarebbe mai pentita abbastanza, come se fosse possibile pentirsi di ciò che non si sceglie. Perchè la bufera le era penetrata in corpo fino all'osso, come si spargono per tutta casa gli odori che vengono dalla cucina, come l'improvvisa fitta annuncia un mal di denti duraturo. E si innamorò, si innamorò, si innamorò."


Della stessa autrice, messicana, sto leggendo "Strappami la vita", che ha vinto anche il premio Mazatlan.
Ma non mi ha emozionato come l'altro. ...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Lun Apr 26, 2010 5:30 pm

"L'Eleganza del Riccio" di Muriel Barbery



Parigi, rue de Grenelle numero 7.
Un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia.
Ci vivono ministri, burocrati, maitres à penser della cultura culinaria.
Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente.
Niente di strano, dunque.
Tranne il fatto che, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese.
Cita Marx, Proust, Kant... dal punto di vista intellettuale è in grado di farsi beffe dei suoi ricchi e boriosi padroni.
Ma tutti nel palazzo ignorano le sue raffinate conoscenze, che lei si cura di tenere rigorosamente nascoste, dissimulandole con umorismo sornione.
Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno).
Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre, segretamente osservando con sguardo critico e severo l'ambiente che la circonda.
Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro, si incontreranno solo grazie all'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée.



(Questo libro inizialmente me l'aveva prestato il medico, quando vado allo studio finisce sempre che oltre a parlare della mia salute si parla anche di libri.
Mi è piaciuto così tanto che me lo sono comprato e riletto.
Mi ha lasciato un po' d'amaro in bocca la fine, ma è un libro assolutamente geniale, e trovo il personaggio di Renée incredibile... vivere in incognito la sua grande cultura ha un che di meraviglioso!)
Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Lun Apr 26, 2010 9:09 pm

CATHERINE DUNNE

La metà di niente

Una mattina come tante, nella cucina in disordine, nell'aria pungente di una Dublino ancora addormentata. Una mattina come altre, quella in cui Ben decide di dire addio alla moglie Rose, ai suoi tre figli e a vent'anni di vita assieme: «Non ti amo più», le dice telegrafico, a conclusione di un breve dialogo. Rose non parla, non reagisce, non sa nemmeno cosa provare.
Con questa scena, si apre La metà di niente, il fortunatissimo romanzo d'esordio di Catherine Dunne, il diario lucido e drammatico di una donna che, di punto in bianco, si trova sola, senza soldi e con una famiglia da mantenere. Come in un album di fotografie, la nuova vita di Rose si alterna a flashback della vita passata, dei suoi sogni giovanili, delle sue illusioni romantiche sul matrimonio. Ma tra lacrime e disperazione, tra rabbia e sensi di colpa, Rose diventa forte. E grazie a risorse dimenticate, non solo riesce a ricucire la profonda lacerazione della sua anima, ma anche a ritrovare una gioia assolutamente nuova di vivere e di sorridere. Un romanzo intenso e coinvolgente, in cui la scrittrice dublinese, grazie a una stupefacente autenticità di linguaggio e a una resa quasi fotografica delle situazioni e degli stati d'animo, ci regala un ritratto, tanto vero e toccante quanto ironico e pieno di brio, di una crisi di coppia vista tutta al femminile.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Apr 27, 2010 7:50 am

Questo l'ho letto anch'io Monica.

E' molto coinvolgente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Apr 27, 2010 6:20 pm

"Quando Esme Lennox svanì" di Maggie O'Farrell



Iris Lockhart vive a Edimburgo, dove gestisce un negozio di abbigliamento vintage.
La sua quotidianità viene sconvolta quando scopre dell'esistenza di Esme Lennox, un'anziana e sconosciuta prozia (sorella della nonna paterna) che presto dovrà lasciare l'ospedale psichiatrico nel quale è rimasta confinata per sessantanni.
Iris è profondamente turbata dalla notizia: nessuno in famiglia le aveva mai parlato della donna.
Decide tuttavia di ospitare Esme a casa sua per un fine settimana, durante il quale tra le due nasce una sorta di intesa.
La donna è psicologicamente fragile e soggetta a sbalzi d'umore, ma non sembra affatto pazza.
Dai suoi ricordi emerge un'infanzia segnata da una rigida educazione di stampo vittoriano e da un ambiente freddo e ipocrita al quale la ragazza non riesce a conformarsi.
Il suo carattere ribelle e spontaneo e le sue crisi nervose vengono però scambiati per un grave disturbo della personalità: la famiglia, per difendere la propria facciata di perbenismo, decide quindi di liberarsi della "scomoda" ragazza facendola ricoverare in manicomio.
Ma dietro la vicenda di Esme si cela una serie di segreti e di laceranti conflitti destinati a tornare a galla.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Apr 27, 2010 6:29 pm

"Un solo mondo o infiniti? Alla ricerca di altri universi" di Alex Vilenkin



Pioniere della cosmologia contemporanea, Vilenkin parla al lettore di una nuova immagine dell'Universo, inizialmente molto controversa e che sta ora diventando il paradigma cosmologico comunemente accettato.
Con grande verve narrativa e un buon numero di utili illustrazioni, l'autore fornisce un fondamento scientifico alla possibile esistenza di una pluralità di mondi, ciascuno con proprietà fisiche differenti: quel che non accade nel nostro universo potrebbe realmente accadere in infiniti universi paralleli.
Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Apr 27, 2010 10:24 pm

SEMPRE DI CATHERINE DUNNE....VIAGGIO VERSO CASA
    Beth ha poco più di quarant’anni, un matrimonio alle spalle, una figlia adolescente e una vita divisa tra Londra e l’Irlanda, dov’è nata. Inaspettatamente, un giorno riceve una telefonata straziante da parte del fratello James: Alice, la madre, è in fin di vita. Dopo aver accantonato dubbi e incertezze, Beth parte per Dublino ma, una volta giunta nella casa materna, si trova catapultata in una realtà del tutto inattesa: davanti a sé non ha più l’antagonista di sempre, la donna fiera e altera di un tempo, bensì una fragile creatura piegata dalla malattia e dalla sofferenza. E proprio quando il suo bisogno di comunicare con la madre si fa più necessario, Beth scova un fascio di lettere che Alice, negli ultimi momenti di lucidità, ha voluto scriverle… Attraverso quella corrispondenza madre e figlia cominciano un lungo dialogo ideale in cui Beth non solo ritrova sua madre, ma scopre una donna che forse non aveva mai conosciuto. Intenso e di grande impatto emotivo, Il viaggio verso casa è la storia di un percorso a ritroso nella memoria, alla ricerca di un ricordo da condividere, di una confidenza taciuta, di un amore senza rimorsi e rimpianti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Lun Mag 17, 2010 10:39 pm

Due interventi e una conversazione libera e amichevole con Susanna Tamaro su di sé, sul rapporto con la scrittura e sui suoi libri, fanno di "Verso casa" un prezioso piccolo compendio che avvicina i lettori ad un'autrice riservata eppure capace di parlare il linguaggio di tutti e soprattutto di illuminare aspetti spesso oscuri nella vita di ciascuno attraverso il semplice ma impegnativo esercizio del conoscere se stessi.
    VERSO CASA di SUSANNA TAMARO
    Questo libro mi è stato prestato..l'ho letto ieri in treno..mi sono bastate tre ore...devo dire un bel libro..che porta a riflettere...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mar Mag 18, 2010 12:17 am

Come Dio comanda

Niccolò Ammaniti

La storia ruota attorno ai personaggi di Cristiano Zena e di suo padre Rino, intrecciata strettamente a quella dei due amici Danilo e Corrado, detto Quattro Formaggi. Rino è un alcolizzato di fede nazista, violento, con un lavoro precario. Alleva da solo il figlio tredicenne Cristiano. Danilo, abbandonato dalla moglie dopo la morte della figlioletta di tre anni, progetta di svaligiare un bancomat nella piazza centrale del paese di Varrano, per poter così avere i soldi per rifarsi una vita e riconquistare la moglie. Oltre a Rino, coinvolto nel piano è anche Quattro Formaggi, un ritardato mentale pieno di tic, che ha come grande passione la costruzione di un enorme presepe i cui personaggi sono giocattoli trovati al parco giochi. La notte in cui è programmato il colpo, scoppia la "tempesta del secolo"; avverranno una serie di eventi tragici che cambieranno le vite di tutti e quattro i personaggi principali. Saranno inoltre coinvolti altri personaggi secondari (in particolare Fabiana, una ragazzina che frequenta la stessa scuola di Cristiano, e Beppe Trecca, l'assistente sociale che si occupa del caso dei due Zena).


Non vorrei fare paragoni azzardati, però questo libro me ne richiama alla mente altri due: “Furore” di John Steinbeck e “Una vita violenta” di Pier Paolo Pasolini.
“Come Dio comanda” è ambientato nella povertà. Una povertà che diventa miseria, e poi degrado, e ti costringe a vivere, anzi a sopravvivere come una bestia, ti strappa la dignità e la tua umanità. Ecco allora un mondo di emarginati, che lottano (come in “Furore”) o hanno lottato contro il destino ingrato. Eppoi sono stati sconfitti (come in “Come Dio comanda”) e hanno trasformato la lotta in odio e rabbia verso il resto del mondo.
E poi c’è la violenza, gratuita, inutile, nei modi, nelle parole, nei pensieri… La violenza di chi non ha mai conosciuto nient’altro se non dolore, se non paura. La violenza che è l’unico linguaggio che fin da piccoli ti insegnano a parlare (come in “Una vita violenta”).
E poi c’è l’amore. L’amore tra Rino, il padre, e Cristiano, il ragazzino è un legame eccezionale che va al di là dei vincoli filiali. Sembra più disperazione che felicità, sembra più l’aggrapparsi ad un’ancora di salvezza che non affetto.
In un’escalation di situazioni drammatiche, che tengono il lettore incollato al libro è proprio questo amore “disperato” a riscattare i personaggi, a dar loro, ma soprattutto a noi lettori una speranza. E’ un sole che rischiara il cielo mattutino dopo una notte di tempesta.
Ed in fondo mi piace pensarlo come metafora della vita, che per quanto reietta, possa essere illuminata da un sentimento di amore verso gli altri.
Lo ha spiegato meglio di me Steinbeck nel finale di “Furore”.
Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Lun Mag 24, 2010 11:20 pm

Khaled Hosseini

Mille splendidi soli
La copertina di Mille splendidi soli A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l'arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa del padre, dove lui non la porterà mai perché Mariam è una harami, una bastarda, e sarebbe un'umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L'unica cosa che deve imparare è la sopportazione.
Laila è nata a Kabul la notte della rivoluzione, nell'aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del loro funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashtu e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra.
Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall'intreccio di due destini, una storia indimenticabile che ripercorre la Storia di un paese in cerca di pace, dove l'amicizia e l'amore sembrano ancora l'unica salvezza.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Mer Mag 26, 2010 10:12 am

"La Tavola Fiammiga" di Arturo Pérez-Reverte



Su un quadro fiammingo del Quattrocento si nasconde una scritta misteriosa: "Chi ha ucciso il cavaliere?".

Un riferimento alla partita a scacchi rappresentata nel dipinto, o un messaggio legato a qualche crimine rimasto irrisolto?

A chiederselo è Julia, una giovane restauratrice madrilena che cercherà di risolvere l'enigma con l'aiuto di Alvaro, professore di storia dell'arte ed ex amante, dell'esperto di scacchi Muñoz e dell'antiquario César.

Nel frattempo il mondo della ragazza è sconvolto da una serie di delitti, e da un assassino che sembra continuare la partita iniziata dal pittore cinquecento anni prima.



[Questo è il primo libro di Pérez-Reverte che ho comprato, ormai molti anni fà e mi ha accompagnata in tutti questi anni sopravvivendo a 3 traslochi.

Mi aveva attirata all'acquisto di questo libro la mia passione per il gioco degli scacchi e la trama l'ho poi trovata molto avvincente; è un libro che adoro e nel mio cuore rimarranno sempre in particolare poche pagine delle quali vi lascio poche frasi, poche pagine che spesso rileggo e che mi commuovono:


(...) E ascolta il colpo sordo della balestra e si dice, fugacemente, che forse avrebbe dovuto spostarsi dalla traiettoria del dardo; ma sapeva anche che la freccia era più veloce dell'uomo. E sente che la sua anima si abbandona a un pianto amaro per se stessa, mentre cerca, disperatamente, nella memoria, un Dio a cui affidare il suo pentimento. E scopre con sorpresa che non si pentiva di nulla e che forse, in quel preciso imbrunire, non c'era neppure un Dio disposto ad ascoltarlo. (...)]
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Mag 28, 2010 2:00 pm

"Fahrenheit 451" di Ray Bradbury



Montag fa il pompiere in un mondo dove gli incendi, anziché essere spenti, vengono appiccati.

Armati di lunghi lanciafiamme, i militi irrompono nelle case dei sovversivi che conservano libri o altra carta stampata e li bruciano: così vuole la legge.

Ma Montag non è felice della sua esistenza alienata, tra giganteschi schermi televisivi e slogan, con una moglie indifferente e passiva e un lavoro che svolge per pura e semplice routine.

Finché un giorno, dall'incontro con una donna sconosciuta, nasce un sentimento impensabile, e per Montag il pompiere, inizia la scoperta di un mondo diverso da quello in cui è sempre vissuto, un universo di luce non ancora offuscata dalle tenebre della società tecnologica imperante.


(Un gran libro, secondo me)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Mag 28, 2010 2:11 pm

"Compagno Hasek, comandante della città di Bugul'ma" di Hasek Yaroslav



Jaroslav Hašek è l'autore della popolarissima epopea tragicomica del Buon soldato Svejk, di cui questo racconto autobiografico, sulla sua esperienza nelle file dell'Armata rossa durante la guerra civile, dove, diventato bolscevico e disertore dal suo esercito, si era arruolato nel 1918, ricalca la vena anarchica e burlesca di ambientare piccole e ridicole vicende di anti-eroi sullo sfondo della grande storia.


(Questo libro mi accampagna da molti anni, è un romanzo breve ed è molto divertente: l'autore prende in giro l'ambiente militare)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Mag 28, 2010 3:00 pm

"La Felicità Familiare" di Lev N. Tolstoj



Il romanzo, a distanza di quasi centoquarant'anni dalla sua prima pubblicazione e rispetto alle altre opere di Tolstoj, rimane la più candida e poetica rivelazione sul mondo dello scrittore poco più che trentenne. L'idea fondamentale di quest'opera è il senso della vita sottoposto a molte verifiche e infiniti ritocchi. Da un comune romanzo sull'amore Tolstoj costruisce un romanzo sulla vita, anzi sulla vitalità che avrebbe distinto più tardi molti dei suoi personaggi. Egli tenta di fissare quest'attimo nella sua naturale fugacità quando la donna e l'uomo si avvicinano a quello stato di grazia che si avverte nel momento dell'innamoramento.


(Ques'edizione ha il testo russo a fronte... perfetto se si desidera leggerlo in russo o in italiano)
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Mag 28, 2010 3:05 pm

Quanto mi piace Tolstoj!

Ma anche Dostoevskij, il mio scrittore preferito in assoluto pero' rimane Balzac.
Mi affascina come sa descrivere i caratteri delle persone, e la cosa piu' strana e ritrovare intatti vizi e virtu' dell'umanita' a cosi' tanti anni di distanza.
I suoi scritti sono ancora attualissimi.

Sai Barbie che ho letto che Toltstoj pero' nella vita era un vero despota, almeno con la moglie, sua segretaria "particolare", che doveva ritrascrivere infinite volte i suoi appunti finche' lui non fosse soddisfatto della stesura.....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   Ven Mag 28, 2010 5:42 pm

Vero Grazia, era un vero despota in famiglia e molto rigido.

Di Dostoevskij cominciai a leggere quando ero molto giovane "Delitto e Castigo", mai finito, dopo la metà l'abbandonai al suo destino.

A parte i libri di Alexandra Marinina, sia in lingua originale che in italiano, e poco altro, non ho letto altre opere dei grandi autori russi.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: LIBRI (consigli & recensioni)   

Tornare in alto Andare in basso
 
LIBRI (consigli & recensioni)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» 1001 Libri da Leggere prima di Morire
» Consigli su acquisto kit automodello a scoppio 1:10 da pista
» libri illustrati sul tiger I - panther - kv1 e kv2 ecc-
» Libri "usati o non piu' in commercio"
» I Libri Segreti

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Oltre :: Arte & Spettacolo-
Andare verso: