:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 non

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: non   Lun Giu 21, 2010 12:55 pm

Buongiorno,
Sono una donna di 34 anni ma mi trovo a fare i conti con
problematiche e pensieri di una vent'enne.
Nonostante abbia una relazione (fresca di qualche mese), una bella
famiglia d'origine che mi vuole tantissimo bene (ho un patrigno
delizioso, mio papà è mancato quando avevo 5 anni).E un lavoro
stabile
a tempo indeterminato che mi permette di mantenermi da sola.
ahimè, non mi sento affatto realizzata a livello professionale.Ho
questo continuo malessere che non mi lascia in pace,
quest'ossessione
di affermarmi a tutti i costi.La voglia di sapere qualcosa in pù,
di
specializzarmi in qualcosa. Sento che mi manca non sapere fare bene
un
mestiere.Di aver perso il treno, avrei potuto iscrivermi e
frequentare
l'università nei tempi e nell'età giusta.Ma non lo feci, non mi
sono
mai chiesta cosa volevo diventare "da grande" e ora? sono grande e
cosa
sono??
Insegno anche in palestra, la sera, istruttrice fitness.Ma non è
mia
la palestra, anche questo, non mi basta.
Iscrivermi ora temo non sia fattibile, lavorando, non sarebbe più
corretto pensare alla famiglia e accontentarmi di ciò che ho, che
non
è
poco???Me lo ripeto tutti i giorni ma non mi basta.
Poi se decidessi di fare università, cosa scegliere, che abbia a
che
fare con il lavoro da impiegata o che sia inerente a quello del
fitness???
Temo di non riuscire a venirne a capo. Frustrata per tutta la vita
perchè non so ancora decidere cosa voglio da me stessa e quale
talento
(se c'è) possiedo???!!!
Mi sento incapace ed inutile.Ho voglia di mettermi in discussione...
ma se non so in che direzione andare non arriverò mai da nessuna
parte!!
Aiutooooo.Non ha senso vivere senza uno scopo ...scusate lo sfogo che è diventato il mio unico pensiero di vita.Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 3:03 pm

Preferirei chiamarti con il tuo nome, perche' questo nick mi mette un po' di inquietudine.......

Mi sembra che gia' il fatto che tu ti sia rivolta a qualcuno, anche degli sconosciuti, quali siamo noi per te, sia comunque un primo passo per fare chiarezza dentro di te.
Certo, non credo che noi saremo in grado di risolvere i tuoi problemi. Ma di ascoltarti sicuramente si. E qualche volta, manca qualcuno che abbia tempo e voglia di fermarsi ad ascoltare.

Mi sembra che tu sia giovane, e abbia tante idee per la testa.
Mettersi in discussione ogni tanto puo' anche far bene, ma non se si arriva al punto da sentirsi frustrata.
Perche' poi? Ogni scelta, fa si' che una strada venga percorsa e un'altra rimanga inesplorata, ma non per questo bisogna continuare a rimurginarci per tutta la vita.

Ecco questo e' quello che penso io. Non credo di esserti stata molto di aiuto, ma se hai voglia di parlare io sono qui.


A presto
Grazia
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 3:31 pm

Grazie, chiamami Mary.
Hai ragione ed è ciò che consiglierei anch'io. Ma ahimè non basta saperlo, non sento di aver dato tutta me stessa per vivere al meglio la mia vita. Avrei potuto fare di più.Capirmi, cercare di farlo almeno.
Ora mi sembra tardi per tutto...sicuramente per quello che avrei potuto fare a 20 anni. (università con obbligo frequenza magari..) o dare di più agli amici (e magari adesso ne avrei di sinceri).Ripercorrerei la mia vita cercando di essere positiva il più possibile. Ora invece ho l'etichetta della NEGATIVA e PESSIMISTA..e in un certo modo so che anche se provassi ora ad essere diversa..nessuno mi crederebbe.Il mio sogno sarebbe quello di poter dare SICUREZZA agli altri..tramite parole o gesti. Aiutarli in qualche modo. Che le persone possano fidarsi di me e che mi chiedano consigli. Essere importante per qualcuno...Saper fare bene qualcosa (anche una sola cosa ma bene davvero).
Non ho seminato nulla. Nè famiglia, nè carriera, nè cultura personale, nè messo da parte soldini.Come si fa a stimare sè stessi??!!La colpa è solo mia....vivere in base agli eventi non è vivere. La scelta più sbagliata è decidere di non scegliere...e il conto arriva sempre!!
Che bello sapere che c'è qualcuno che legge...anche se per poco...i miei pensieri....
Grazieeee....
Tornare in alto Andare in basso
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 4:01 pm

cara mery,,,,ciao ,innanzitutto ,io sono dharma,,,e se posso permettermi ,,alla tua età stavo anch'io in alto mare ,,,,

pensare che già a venti anni possiamo pianificare la nostra vita ,,credo non sia possibile ,,abbiamo proprio bisogno dei nostri sbagli e delle nostre frustrazioni ,,,per trovare il bandolo di noi stessi,,,

ti parlo così solo perchè ho 52 anni ,,,e ,,,solo a quarantadue anni ,,,ho ripreso in mano la mia vita,,,

non credo che il fatto di avere ,,una famiglia dei soldi o un lavoro qualificato possa davvero cambiare qualcosa,,,

e non è chiedere cosa voglio,,,,ma cosa la vita vuole da me,,,,come posso servire alla vita,,,pur nella nostra confusione,e nelle nostre incertezze,,,,

certo so di non di non potere essere di grande aiuto ,,,,ma prova a cercare in ambienti differenti ,,,,e rimani in ascolto profondo e silenzioso ,,,la vita ti darà una risposta,,,

ti auguro un mare di bene loooove
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 4:15 pm

...:-) ..grazie, grazie davvero....ma cosa significa "cercare in ambienti differenti?", cosa intendi??!!
Rileggendo ciò che scrivo, credo di apparire come una donna lamentona mai soddisfatta. In realtà sto davvero male perchè non trovo la MIA strada. Dopo che mia mamma è stata male, dopo che ha rischiato la vita (ho già perso il padre da piccola)...credevo mi bastasse come sorta di lezione per gioire ogni gg di ciò che vivevo e di ciò che indipendentemente facevo, solo perchè potevo ancora abbracciarla e condividere...ma perchè invece non è bastato??!!perchè non riesco a sentire la gioia dentro di me??!!Spero davvero di capire come posso servire alla vita...lo spero tanto!!
Tornare in alto Andare in basso
namogle
Penna esperta
Penna esperta
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 4:20 pm

CIAO MERY....inanzitutto ben arrivata tra noi sono certa che
quì troverai persone
capaci di leggere e di ascoltare .....io la chiamo isola felice!!
da parte mia dico solo che non dobbiamo guardare solo quello
che non abbiamo fatto ma quello che abbiamo fatto
tutti noi seminiamo qualcosa sempre ma i frutti
non si maturano allo stesso tempo.....
vedrai che tra un po raccoglirai dei frutti....ne sono certa
a volte basta un po di ottimismo e il sole esce.....

le prove della vita sono sempre molte
e da queste ci aspettiamo di uscirne cambiati
bhe il cambiamento avviene quando certe prove
le si metabolizzano e le si accettano come avvenimenti della vita

con un sorriso namo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 4:48 pm

Ciao Mery, sono Doxy e volevo dirti una cosa dalla mia esperienza di ventiseienne.
In primis: "Le persone più interessanti che conosco a vent'anni non sapevano cosa fare della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco non lo sanno ancora"

Ma venendo a te strettamente, io spero di sbagliarmi e scusami tantissimo se mi eprmetto di dirtelo, ma ho l'impressione che tu forse sia depressa.
Stare a lambiccarsi il cervello sulle cause è, te lo dico già, perfettamente inutile.
La depressione è paura di soffrire, rifiuto del dolore che blocca le funzioni emotive finchè per paura di soffrire si smette di fare qualsiasi cosa. Con la depressione l'energia non scorre, tutto sta stretto e non si sa perchè, tutto lascia insoddisfatti e non si sa perchè, tutto rende infelici e introversi e non si sa perchè.
Ho pensato a questo perchè il fatto ceh ti rivolga a degli estranei (hai fatto benissimo, siam qui apposta ) mi fa pensare che abbia già chiesto a altre persone che hai più vicino senza ottenere risposte soddisfacenti e il fatto che tu pensi a delle soluzioni ma senza esserne convinta, come se volessi afferrare la soluzione senza riuscirci, come se qualsiasi idea tu abbia avuto abbia qualcosa che non va.
se ho ragione (spero che tu mi dica anche insultandomi che ho sbagliato in pieno e che non ho capito nulla ) le soluzioni possibili sono due:
la prima è fare qualche pratica che va dallo shatsu, al reiky, l'ayurveda o anche solo il pilates che faccia scorrere le energie. si sta male un po' di tempo ma ci riequilibra in fretta.
la seconda è di deprimersi più possibile fino a toccare il fondo così da avere la spinta dal fondo e riemergere. Bisogna accettare il dolore coem parte della vita, come naturale conseguenza e, certe volte coem alleato che ci dice che siam vivi e anche che qualcosa non va.
Questo tipo di percorso è davvero lungo e da far da soli è difficile.
Parlare con qualcuno è utile relativamente, l'empatia quando cala la depressione è qualcosa che scompare e ci si sente sempre comunque soli.

Mi scuso subito con te nel caso i cui io mi sia sbagliata, ti chiedo davvero eprdono di cuore, non voglio esprimere giudizi ma ho corso il rischio perchè la depressione è subdola e se si ha la forma "lieve " del male oscuro si tende a credere di essere solo pessimisti, chiusi di carattere.
Bisognerebbe solo ricordarsi che se uno non sorride abbastanza spesso qualcosa decisamente non funziona.


Oggi io sono felice e vorrei condividerla con te questa gioia, perchè sia contagiosa, a me è capitato un miracolo e in un anno ho trovato l'amore sono andata a conviverci e a gironi aprirò un alimentari in montagna col mio compagno. E fino a due anni fa io la pensavo come te e ero nella tua identica situazione.
Ah sì, se non sei depressa pensavo di suggerirti di chiamare la soluzione, l'indicazione per ciò che vuoi fare, come una specie di preghiera, i miracoli bisogna chiamarli e desiderarli tanto ma alla fine arrivano sempre!!!


Fammi sapere e in bocchissima ad un lupacchiotto docile!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 5:02 pm

accidenti!! depressa un pò può darsi....anche se mi è capitato (credo) di esserlo anni fa ma facevo addirittura fatica ad alzarmi dal letto la mattina!!!Ora no, anzi, insegno tutte le sere in palestra (sto bene con la gente, con i miei amici)..ma quando si ritorna alla routine e a fare il mio lavoro...sigh..ecco i 100000 pensieri: non mi soddisfa ma mi serve per vivere/non sto aiutando nessuno che senso ha?/è ciò che voglio davvero fare ogni gg?la risp è no!Non mi piace vedermi tra 10 anni come impiegata frustrata e non considerata tipo le colleghe..(è che non riesco a vedermi a fare nient'altro...morirò giovane forse??!!)Insomma la voglia di migliorarsi non è il contrario dell'essere depressi??!!uff...sarebbe bastata un pò di decisione in più...credo di NON avere abbastanza autostima....che caos!!!
garzie, mi sento a casa in questo forum...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 5:15 pm

Ragazza mia....dovresti rallegrarti per il solo fatto che ti fai mille domande.
Per come la vedo io è un segno positivo, perchè non accetti l'idea di "vivere solamente" aspettando che il tempo passi, invece hai tanta vitalità in te che senti la necessità di trasmetterla ad altri con un'occupazione qualsiasi.
D'accordo, hai le idee confuse, non è un male devi solo fare un pò di chiarezza e queto è un pò più complicato, lo capisco bene.
Partiamo dall'inizio, hai un lavoro a tempo indeterminato, sai quanti pagherebbero per stare al tuo posto? Lo ammetto, è una domanda retorica, però questo ti può permettere di guardarti intorno, vorresti specializzarti in qualcosa, chi te lo vieta? Dove vivi non ci sono strutture o associazioni per imparare qualcosa che ti piacerebbe fare? Magari anche un corso di cucina, poi da cosa nasce cosa.
Innanzitutto devi essere consapevole che parti da alcuni punti fermi ed indispensabili come la famiglia ed il lavoro, perciò non devi aver paura di non trovare il modo per realizzarti, secondo me devi solo fermarti un attimo a pensare non a quanto ti senti inutile ed incapace, ma prendendo il toro per le corna e dire "cominciamo da questo!!!" solo in questo modo non lascerai che il tempo passi inutilmente.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 5:27 pm

nonesisto ha scritto:
accidenti!! depressa un pò può darsi....anche se mi è capitato (credo) di esserlo anni fa ma facevo addirittura fatica ad alzarmi dal letto la mattina!!!Ora no, anzi, insegno tutte le sere in palestra (sto bene con la gente, con i miei amici)..ma quando si ritorna alla routine e a fare il mio lavoro...sigh..ecco i 100000 pensieri: non mi soddisfa ma mi serve per vivere/non sto aiutando nessuno che senso ha?/è ciò che voglio davvero fare ogni gg?la risp è no!Non mi piace vedermi tra 10 anni come impiegata frustrata e non considerata tipo le colleghe..(è che non riesco a vedermi a fare nient'altro...morirò giovane forse??!!)Insomma la voglia di migliorarsi non è il contrario dell'essere depressi??!!uff...sarebbe bastata un pò di decisione in più...credo di NON avere abbastanza autostima....che caos!!!
garzie, mi sento a casa in questo forum...
l'autostima, bella parola, però credo siano pochi quelli che l'hanno per se stessi, prendi me, mi complico la vita in cucina per fare ricette impossibili, sai perchè? Primo perchè voglio dimostrare a me stessa d'esserne all'altezza( non è mancanza d'autostima?) e poi per ricevere i complimenti, anche dai miei familiari, però a me serve per sentirmi appagata, perchè, nonostante i miei 58 anni, ho ancora una gran voglia d'imparare e, siccome non posso fare altro per tanti motivi, mi sono buttata sulla cucina.
Non è una colpa non possedere autostima, lo è di più non porsi domande e non mettersi in gioco e tu lo stai facendo
Tornare in alto Andare in basso
lisa
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 7:00 pm

Leggere questo intervento mi ha fatto rizzare i capelli in testa!!!

Mi spiace davvero che ci siano persone insoddisfatte per il semplice motivo che possiedono già il grande dono di essere al mondo,di esserlo in modo sano (di stare bene con la salute intendo),di avere abbastanza energia e vitalità per fare palestra ed insegnare anche ,ed inoltre di avere un compagno che faccia loro compagnia e dia il calore di un abbraccio che scioglierebbe anche il più gelido dei ghiacci.

So bene che non si vede mai il bicchiere mezzo pieno ma sempre quello mezzo vuoto ,so bene che se ci si guarad intorno qualcuno pare avere più successo di noi,essere più abileed avere realizzato tutti i suoi sogni e le sue aspirazioni ma alla fine è eramente così??

Qualcuno è mai andato a vedere che cosa c'è e si nasconde (a volte nemmeno troppo bene) nella vita di queste persone,quante delle loro scelte sono dettate dal loro reale pensiero e quante invece solo dalla voglia di apparire sempre un passo innanzi agli altri??

Trovo del tutto normale interrogarsi sulla vita,avere aspirazioni e mete da raggiungere ma da questo al piangersi addosso di strada da fare ve ne è molta.

Non vorrei apparire dura o troppo schiette e lungi da me espriemere giudizi su una persona che nemmeno conosco ma credo anche che quando si entra in un forum rendendo la propria vita di dominio pubblico oltre che autorizzare gli altri non solo a leggere ma anche ad esprimersi in merito si rivolga anche una richiesta di aiuto.

Questo posto ospita persone con realtà,età,vissuti,occupazioni,interessi e quant'altro ancora molto differenti fra loro,a volte il rammarico di non poter essere di aiuto in situazioni davvero pesanti (senza nulla togliere alla tua si intende)mi fa stare male.
Questa situazione mi pare risolvibile armandosi solo di coraggio,di voglia di mettersi in gioco sul campo,ed anche di razionalità e buon senso.
Se poi dovessero avanzare forze e non si sa come investirle consiglierei un pò di volontariato in qualche struttura dove chi occupa quei luoghi per forze differenti dalla propria volontà non riesce nemmeno a scegliere cosa mangiare per pranzo e da li magari la dimensione della propria vita si può vedere da un 'altra angolazione e questi che ora si vedono come propblemi o difficoltà insormontabili verranno sicuramente ridimensionati.
Nella vita non ci sono consigli o aiuti che possano essere più forti della propria volontà da par mio ti inviterei solamente molto serenamente a guardarti dentro ed a cercare la tua strada perchè mi pare impossibile (e scusami se mi permetto)essere arrivata fino a qui senza avere almeno una cosa nella vita che ti interessa davvero e per la quale valga la pena di reagire e provare.

Questo post non lo leggerei in modo negativo ma vuole solo essere uno sprono alla tua ricerca interiore e nessuno meglio di noi può sapere cosa sia meglio per noi.

buona vita, Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 8:42 pm

Ero indecisa se rispondere a questo post, premetto che le mie parole sono dettate da com'è stata la mia vita e da com'è tutt'ora;

mi ha lasciata stupita leggere questa frase

...morirò giovane forse??!!),

è un pensiero che alle volte prende anche me, ma io ho davvero rischiato di morire giovane, avevo 29 anni e la mia vita è cambiata per sempre nel giro di pochi secondi, e vi assicuro che le mie grida di aiuto in quei momenti mentre aspettavo l'ambulanza non le dimentico, però... sono stata fortunata.

Sono qui e il cervello per quanto abbia perso, non ha perso del tutto e sono felice di quello che ho, tra cui uno splendido marito.

Ma prima di quel fatto, lavoravo, studiavo all'Università e avevo molti interessi, e mai ho pensato una frase di questo tipo.

Ad oggi ho ancora interessi, li ho solo ridimensionati, agli occhi di chi non mi conosce bene posso sembrare la solita casalinga che si dedica alla cucina, ad hobby casalinghi come il ricamo e alla propria gatta... ma non è così, continuo a studiare anche se a casa e da sola e se un giorno la salute me lo permetterà un po' di più, ricomincerò l'Università anche se ho già 35 anni.

E' necessario trovare la forza dentro di noi per gioire di ciò che la vita ci ha dato e perché no? anche quando la vita toglie.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Lun Giu 21, 2010 8:53 pm

Mery, sono solo lietissima di sentire che depressa non sei ( evviva!!!)

è che sai, in poche righe o magari per la mia stanchezza (ho tre giorni in veneto alle spalle, levatacce e quant'altro) mi sembrava aver visto dei segni qua e là. Anche il tuo nickname mi ha depistato, in effetti è davvero terribile...
E sarei davvero un a diagnosticare una depressione da un piccolo post su un forum, no? meglio così.

Lisa allora ha solo ragione. Coraggio.
Dove trovarlo?
ma in TE! Sai già quanto coraggio ci voglia a farsi domande invece che accettare passivamente la vita?
Oltre al coraggio sai cosa ti serve?
TEMPO.
Roma non è stata costrutia in un giorno.
E magari la cosa che ti realizzerà nella vita sarà una cosa a cui non pensavi minimamente.
Ma specialmente posso condividere una lezione che mi ha dato Claudio, il mio compagno? Non SEi VECChIA!!!!! Hai ancora tanto tempo e non è MAI MAAAAAAI tardi epr ricominciare da capo!!! il mondo ci aspetta!!!
Il che non vuol dire che dobbiamko essere impiegate modello frustrate...
Mettiti in ascolto, un buon posto per farlo è un bosco o un posto nella natura, isolato, in silenzio. Siediti e chiudi gli occhi, respira e ascoltati.
Se non sei depressa la strada è quasi tutta in discesa e la tua posizione è moolto più facile!

Guarda nel tuo cuore e non considerare stupido nessun sogno che dovesse mai venir fuori dalla tua scatola, magari un vecchio sogno di infanzia. Magari non sarà quelloc eh fa per te ma semplicemente CONSIDERALO.

ti abbraccio
e a proposito tra noi!!!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Mar Giu 22, 2010 9:18 am

...sono contenta di leggere i Vs. interventi, sia critiche che non! tutto serve. Mi rendo conto di lamentarmi per poco e questo mi fa ancora più male.Ho passato brutti momenti nella mia vita e si è risolto tutto per il meglio.Sono fortunata. Ma in seguito, invece di apprezzare di più la mia vita, ho iniziato a farmi domande del tipo: siccome di vita ce n'è una (forse..) come posso fare per migliorare me stessa, per investire su di me dato che è più che altro con me stessa che starò il più tempo possibile, come fare per DARE di più agli altri, alle persone a cui tengo????!!!Speravo davvero che riflettere potesse servire...ma dal quel momento in poi ho iniziato a vedere quante cose di me e della mia vita NON mi piacevano...Il problema è che non so come modificarle/mi...riesco solo a lamentarmi (non mi sopporto), come se fossi bloccata. E se non penso a niente mi sembra di non fare nulla e perdere tempo....!!Non so se riesco a spiegarmi...ma davvero vorrei essere diversa...CONTENTA E SODDISFATTA E POSITIVA come Voi!!Mi basterebbe questo, nè soldi, nè successo....
Temo che un pò sia carattere...sono sempre stata quella "difficile" purtroppo...E per ogni sforzo che faccio per cambiare "pensieri"..arriva sempre qualche segnale di risposta che mi scoraggia (tipo: ma sì, proprio tu che...../quando mai sei stata...../è meglio se fai così..../guarda che sbagli...).
Mai una volta che mi sento di aver fatto bene,è logorante ..ed è per questo che non riesco a sentirmi come vorrei!!
Grazie 1000 per la pazienza...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Mar Giu 22, 2010 1:34 pm

nonesisto ha scritto:
...Ma in seguito, invece di apprezzare di più la mia vita, ho iniziato a farmi domande del tipo: siccome di vita ce n'è una (forse..) come posso fare per migliorare me stessa, per investire su di me dato che è più che altro con me stessa che starò il più tempo possibile, come fare per DARE di più agli altri, alle persone a cui tengo????!!!...

Questa frase mi rende un po' perplessa.
Secondo quale delle logiche umane il farsi domande significa non apprezzare la vita? Secondo me dovresti farti solamente le domande giuste. Tipo:
Perchè mai voglio fare contenti gli altri? Perchè le parole degli altri mi scoraggiano? E specialmente Chi Ti Ha Detto Che Sei Difficile o, se veramente lo sei, Chi Ha Deciso Che Il Non Accontentarsi Sia un Difetto?
Io sbaglierò ma ho l'impressione che tu voglia fare contente altre persone secondo quello che loro si aspettano da te e, al di là che sia una cosa da poco o meno (secondo me questo non lo possiamo decidere noi). Vuoi far felici gli altri. Perchè?
Come già citato precedentemente nei post sopra (mi si perdoni se al momento mi sfugge da chi ) Se il tuo problema fosse di fare del bene agli altri avresti già iniziato a fare volontariato presso certe associazioni. Le possibilità sono infinite!
Ma forse è proprio le persone a cui tieni che vorresti fare felici. Sei davvero sicura di non volerti assumere la responsabilità della tua felicità per far contento qualcun altro?

Ma non mi pare una grande idea...
Prima bene tuo poi bene altrui, che, epr inciso arriverà di conseguenza. Cosa di megli epr le persone a cui tieni di vederti FELICE?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Mar Giu 22, 2010 2:09 pm

....sono io che non mi basto!!!!Indipendentemente dalla mia famiglia(anzi loro mi dicono che sono perfetta così-).....Il mio carattere difficile è perchè rimugino tanto e rifletto continuamente....e che non mi basta mai ciò che ho!!
devo lavorare su di me, capisco, in effetti sento di stare bene quando riesco in qualcosa..quando mi appassiono e mi dò da fare...nel mio lavoro tutto questo manca...purtroppo..
GRAZIE, MI SENTO CAPITA...AL DI LA' DI COME ANDRA'....
Tornare in alto Andare in basso
namogle
Penna esperta
Penna esperta
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Mar Giu 22, 2010 2:34 pm

COME SEMPRE SE AVRAI VOGLIA DI LEGGERE IN ALTRI POST
IO VEDO IL LATO POSITIVO PERDONAMI MA SONO COSì?
IL LATO POSITIVO DEL TUO TOPIC NON E' UNA CHIAVE DI LETTURA
AL TUO MODO DI VIVERE MA E' IL RACCONTARE DA PARTE DI NOI
IL MODO IN CUI SI VEDE LA VITA LO TROOVO MAGNIFICO...
LEGGENDO LE VARIE RISPOSTE SE NOTI TUTTI SI RACCONTANO UN PO'....
NON TROVI CHE QUESTO SIA UNA COSA BELLA??
ALLORA NON CERCARE RISPOSTE A DOMANDE DI CUI TU SOLO
SAI LA RISPOSTA MA COGLI TUTTO IL POSITIVO CHE QUESTO FORUM
TI HA DATO ,PRENDILO E TIENILO STRETTO NEI RICORDI
E POI VIVI LA VITA AL MEGLIO E COGLIENE OGNI PICCOLA GIOIA
ACCONTENTATI DI QUELLO CHE HAI....
PORTO SOLO UN PARAGONE OGGI LEGGEVO LA STORIA DI UNA RAGAZZO MALATO .....
COSTRETTO A DIALISI TUTTI I GIORNI IL SUO PENSIERO FU
"PENSA COME SI SENTE UN CIECO CHE NON PUò VEDERE .....IO POSSO VEDERE LE PERSONE VICINE E I COLORI..."
DETTA COSì SEMBRA BANALE MA NON LO E' LUI AMMALATO VERAMENTE COSTRETTO A SPERARE DI VIVERE OGNI GIORNO PENSAVA DI ESSERE FORTUNATO....RISPETTO A CHI NON POTEVA VEDERE...
CON QUESTA RIFLESSIONE MI AUGURO DI LEGGERTI ANCHE IN ALTRI POST...
BY NAMO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Mar Giu 22, 2010 10:33 pm

sobarmar ha scritto:
Ero indecisa se rispondere a questo post, premetto che le mie parole sono dettate da com'è stata la mia vita e da com'è tutt'ora;

mi ha lasciata stupita leggere questa frase

...morirò giovane forse??!!),

è un pensiero che alle volte prende anche me, ma io ho davvero rischiato di morire giovane, avevo 29 anni e la mia vita è cambiata per sempre nel giro di pochi secondi, e vi assicuro che le mie grida di aiuto in quei momenti mentre aspettavo l'ambulanza non le dimentico, però... sono stata fortunata.

Sono qui e il cervello per quanto abbia perso, non ha perso del tutto e sono felice di quello che ho, tra cui uno splendido marito.

Ma prima di quel fatto, lavoravo, studiavo all'Università e avevo molti interessi, e mai ho pensato una frase di questo tipo.

Ad oggi ho ancora interessi, li ho solo ridimensionati, agli occhi di chi non mi conosce bene posso sembrare la solita casalinga che si dedica alla cucina, ad hobby casalinghi come il ricamo e alla propria gatta... ma non è così, continuo a studiare anche se a casa e da sola e se un giorno la salute me lo permetterà un po' di più, ricomincerò l'Università anche se ho già 35 anni.

E' necessario trovare la forza dentro di noi per gioire di ciò che la vita ci ha dato e perché no? anche quando la vita toglie.

Un bacio Barbara! Hai tutta la mia stima...ma già lo sapevi! ooook

Mery credo che Barbara ti abbia già detto tutto, la vita va vissuta così come viene, cogliendo quello che ci offre di positivo e lottando, con tutta la nostra forza, contro tutte le avversità che ci propone.
Tutti abbiamo rimpianti o rimorsi, potevo essere...o fare...o dire...
Si scelgono delle strade e si seguono, non possiamo rimanere fermi a pensare come potevano essere le altre, dobbiamo andare avanti, e cercare di vivere al meglio, e ritenerci fortunati, solo perchè siamo ancora qui a discuterne... ho ragione io!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Mer Giu 23, 2010 12:21 am

di cuore Claudia per le tue parole!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Ven Giu 25, 2010 9:54 am

..a forza di non apprezzare ciò che ho (anche se con LUI non mi lamentavo...)..l'ho perso!!E' finita la storia d'amore più importante della mia vita!!!Avete ragione...bisogna vivere ogni istante godendo di ciò che si ha(poco o tanto che sia), perchè da un momento all'altro si può perdere tutto...e lì ti rendi conto di quanto importante fosse...
Invece di trovare la soluzione per stare meglio....sto cadendo nel baratro più profondo...

non fate come me...:-(
Tornare in alto Andare in basso
lisa
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Ven Giu 25, 2010 10:21 am

Ho letto questo post con estremo interesse ,non credo che ci sia un fare come te o meno credo che ognuno sia ciò che è alla fine di ogni discorso.

In genere le persone scontente pur non rendendosene conto proiettano il loro malessere su tanti aspetti della loro vita ed anche lo stargli accanto diventa complicato poichè pur continuando a dare loro positività e coraggio si vede la realtà restare invariata.

Insomma un pò come se un mendicante ci chiedesse qualcosa da mangiare e noi gli poregssimo un panino,nell'instante che lui lo sta per afferrare noi lo riprendiamo alla fine ci sentiamo tutti inconcludenti perchè i buoni consigli,L'aiuto ,la disponibilità all'ascolto diventano merce rara con lo scorrere degli anni e credo che quando si incontrano persone disposte a farlo bisogna collaborare altrimenti queste si allontanano da noi.

Mi spiace molto per te,per ciò che stai vivendo e capisco anche il dolore che puoi provare capendo di essere in qualche modo ancche tu responsabile della fine della tua storia d'amore.

Io sono solo una persona che non ti conosce infondo e che ha cercato nel suo piccolo di spronarti a reagire in qualche modo ma capisco benissimo che questa è la tua vita e non la mia.
Ti ho mandato un messaggio privato (che non so se hai letto) e sono in chat ora per offrirti due chiacchiere gratuite,come vedi più di tanto non mi è possibile fare ma ad una mano che si tende credo sia tu a dover dare delle risposte,senza forzature (che sono le cose che non mi piacciono in assoluto nella vita)
Ma il mio consiglio è quello che tu riesca sempre a coglierle ed a farne tesoro perchè nella vita il conforto serve in qualunque forma esso ci arrivi nessuno è invincibile!

Ti auguro ogni bene ! Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Ven Giu 25, 2010 12:42 pm

Mary, mi dispiace per quanto ti e' successo.

Ma Lisa ha ragione, e' difficile stare accanto a chi e' sempre scontento e non dimostra di apprezzare gli sforzi di chi con positivita' e pazienza cerca di spronarli ad essere diverso.

E' una grande sofferenza per te immagino, ma spero che questa esperienza riesca a scuoterti e darti la carica per riuscire ad apprezzare quello che hai e ad accettarti per quello che sei.

Forse sono solo parole, che non cambieranno di una virgola il tuo stato, ma so per esperienza che quando si sta male, una mano tesa, una persona che ascolta possono aiutare.

Tornare in alto Andare in basso
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: non   Ven Giu 25, 2010 3:55 pm

ogni cosa che accade ,a noi e agli altri ,,ha un motivo ,,,magari non lo comprendiamo subito,,,magari fa proprio male ,,,,ma se riusciamo ad imparare ,,,abbiamo fatto un passo in più verso noi stessi ,,,,

la vita è fatta per me per essere sperimentata,,,

un grande abbraccio
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: non   Ven Giu 25, 2010 8:10 pm

Per esperienza so che (dico purtroppo più e più volte) se una persona è molto molto negativa, sempre scontenta, tendente a lamentarsi, va lasciata nel suo brodo.
Perchè questa frase così cinica? Ma perchè in primis non siamo assolutamente in diritto di "salvare" nessuno, di "cambiare" nessuno e ionltre abbiamo un preciso dovere verso noi stessi : quello di non farci trascinare nel baratro.
Lo so che sembra cinico ma ho avuto per anni un padre così e sinceramente non biasimo nessuno se prima o poi getta la spugna (Mery devi perdonarmi, so che soffri ma non posso non dirti come la penso) con una persona che qualunque cosa tu faccia comunque vede tutto nero. La pazienza non è da tutti, quelli che ne avevan tanta li han fatti santi, gli altri sono uomini.

E' una situazione difficile ma han ragione le mitiche quassopra: Solo ognuno può lavorare per sè stesso...

ma hai i miei auguri e la mia comprensione se ti può consolare un po'...
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: non   

Tornare in alto Andare in basso
 
non
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Introspezione :: Libertà di parola-
Andare verso: