:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Elogio della gentilezza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Elogio della gentilezza   Ven Set 03, 2010 3:55 pm

Queste parole forse suonano un po' fuori luogo nel mondo di oggi, ma da qualche parte bisognera' pure cominciare.

Spesso, molto spesso, la gentilezza viene derisa e confusa con l'assenza di autorevolezza, ma in realta' non e' così.







Mi sono stufata di dover tirare fuori sempre le unghie per contrastare l'arroganza e la maleducazione che spesso le situazioni che ogni giorno ci troviamo a vivere, ci riservano.

Vedi, che so, casellante dell'autostrada che non risponde al tuo saluto, baristi che sembra ce l'abbiano con il mondo (te compresa), pero' forse, a volte una risposta gentile ad un atteggiamento sprezzante, puo' risultare spiazzante....e far almeno pensare.



Che ne dite? Vivo sulle nuvole?



P.S. Non sempre riesco a mettere in atto i miei propositi.



Tornare in alto Andare in basso
flilla
Scrittore eccelso!!!
Scrittore eccelso!!!
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Ven Set 03, 2010 4:20 pm

E' comune a tutti, almeno credo, non riuscire a mettere in pratica i propri buoni propositi, purtroppo ci facciamo trasportare dall'umana realtà imbarazzo..

L'altra mattina ero alla posta, dovevo ritirare la pensione per mia suocera, c'era un'infinità di gente, allo sportello chiamavano il numero 2 ed io avevo il 47 rabbiaaaaa , però ero lì per unservizio e pertanto mi sono messa in attesa.
L'ufficio postale è uno di quelli diprovincia, perciò è piccolo e con pochi posti a sedere, sorvolo sul fatto che c'era una giovane mamma seduta con figliola accanto ovviamente seduta anche lei, molti erano gli anziani in piedi, c'era pure qualcuno con il bastone. Entra una signora con due bambini, avranno avuto dai 6 agli 8 anni, la più grande prende il numero per le casse e preoccupata dice alla madre "Abbiamo il numero 62!!!!!" la mamma "Noooooooo, non può essere", va al totem dei numeri e ne prende uno per le raccomandate, a me la cosa non è sfuggita perchè ero lì vicino. Passano appena cinque minuti e lo sportello chiama il numero per le raccomandate e la signora s'avvicina, tira fuori due conti correnti e paga nuoooo daiii
Ora, dico io, è vero che la furbizia paga ed accorcia le file, ma quale messaggio ha dato quella madre ai figli? Lei stessa si sarà sentita più brava di altri che, onestamente, stavano facendo la fila per lo sportello giusto?
Perchè c'è chi deve prevaricare tutto e tutti? Quegli anziani in fila non le hanno suscitato nemmeno un pò di quella solidarietà umana tanto sbandierata e che, magari, anche lei, una volta fuori dalla posta, ne elogia la necessità?

Tornando alla gentilezza, mi sono chiesta, come mai l'impiegato allo sportello con gentilezza non ha invitato la signora a munirsi del biglietto per la cassa conti correnti? Sono così ligi al dovere che riescono ad essere scortesi per un nonnulla, in quel caso l'impiegato ha voluto essere gentile? (a sproposito lo è stato per me).

La tua domanda potrebbe valere per molti altri aspetti di questa società che a volte ci fa vergognare di farne parte imbarazzo..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Sab Set 04, 2010 6:54 pm

anch'io penso come elettra ,che l'inica arma è la gentilezza a otranza,,e nonostante la reazione dall'altra parte ,,datao che sono persuasa che ogni nostra a zione ha un effetto relazionato al tipo di azione o di pensiero ,,,

almeno per noi non ne verrà una cosa negativa per il nosto benessere interiore,,,

in un certo senso è come essere svincolati da ciò che è il risultato,,,se è positivo lo apprezzeremmo ,se non lo è ,,non è un problema nostro ,,,

spesso un sorriso rompe la chiusura che abbiamo davanti a noi ,,,
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
lisa
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Set 05, 2010 11:32 am

Diciamo pure in tutta onestà che continuare a restare gentili in un mondo che di spunti per farlo non offre questa continuità diventa sempre più difficile,io ritengo che dobbiamo sempre cercare di vievre in quello che è il modo migliore per noi e che questo modo non debba 8come spesso purtroppo accade)diventare un problema o creare negatività nelle vite altrui che meritano lo stesso rispetto che noi esigiamo per la nosta di vita.
Purtroppo in questo meomento storico staimo assistendo a questo lento (e nemmeno troppo!)stillicidio delle buone intenzioni,della creatività,della voglia di mettersi in gioco,della volontà di rapportarsi aglle altre persone con onestà e trasparenza a maggior ragione dovrebbe diventare sempre più chiaro per chi ha ancora voglia di continuare a vivere in modo integro cosa non dobbiamo diventare mai!
So che è difficile anche perchè quotidianamente quando si ha a che fare con l'ignoranza travestita da arroganza questa cosa diventa davvero difficile e richiede anche una certa ennergia da investire,ma so anche che poi quando si tengono atteggiamenti che poco si confanno con il nostro modo di essere ci si sta male il doppio perchè ci si sente in qualche modo "sporchi",perchè la nostra vocina interiore ci richiama all'ordine mentale che ci appartiene e lo fa in modo ripetitivo fino a portarci allo sfinimento.
Cerchiamo di vivere sempre al meglio e facciamo si che il diventare pressappochisti non ci appartenga perchè forse mai come ora c'è bisogno di avere e di tenere il giusto distacco da condizionamenti che poco hanno a che vedere con quello che siamo.
Anche se ai più questo potrebbe apparire semplice e riduttivo ed anche se verremo collocati nella categoria dei "poveri illusi" non fa nulla :meglio illusi e onesti che falsi e splendenti!
Io la vedo così!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Set 05, 2010 8:00 pm

Ed io che non riesco ad essere sgarbata con nessuno ? Sapeste quanto ci soffro quando qualcuno se la prende con me senza motivo perlomeno plausibile !!! esempio: vado al mercato, coda ...non riesco a districarmi dal traffico ( forse è vero sono un po' imbranata ) , ma accidenti un signore o una giovane signora mi urlano dietro....ed io mortificata non so cosa rispondere ...appena posso fuggo ma non vi nascondo che ho le lacrime .
Tornare in alto Andare in basso
flilla
Scrittore eccelso!!!
Scrittore eccelso!!!
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Set 05, 2010 8:11 pm

Mi dispiace xenia, sto per rivelarti una triste realtà.......................sarai sempre così, il tempo e le persone non ti cambieranno, non sarai mai come quelli che insultano e s'arrabbiano per un nonnulla imbarazzo..
A me ogni tanto capita d'indignarmi per il comportamento poco educato di qualcuno, vuoi sapere come va a finire? Mi prendo anche un "ma si faccia gli affari suoi!!!" oppure "Ma vada a quel paese"
E' così, non possiamo farci niente, siamo vittime della nostra stessa gentilezza nuoooo daiii
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
namogle
Penna esperta
Penna esperta
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Set 05, 2010 10:16 pm

La gentilezza è una dote si dice....
io dico che si è una dote ma va insegnata...
molto spesso mi trovo a confrontarmi con persone di
diverse età la cosa che mi stupisce è che i bambini piccoli hanno smesso
di essere gentili....ma hanno smesso perchè gli adulti coloro
che li precedono non lo fanno ,non sono gentili!!
vince l'arroganza si dice io invece dico sii gentile e ferma
le mie stelle hanno una 11 e una 8 anni a loro
ho insegnato la gentilezza e il saluto....cosa strana
i loro coetanei non sanno cosa è....
quando ci incontriamo in oratorio i ragazzi sanno che prima il saluto
e le cose si chiedono con : per favore....
sarà poca cosa ma dare un modello da seguire
forse non servirà molto ma come una goccia
assieme ad altre formeranno un fiume fatto di
ragazzi ai quali è stato fatto vedere un mondo
dove la gentilezza è ancore viva assieme al rispetto
per qusto non smettiamo di essere gentili
e se altri lo sono bhe ....non sanno cosa si perdono
nel dire :scusa posso?
o nel ricevere un GRAZIE
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Lun Set 06, 2010 4:12 pm

namo ,,concordo pienamente,,,,io ricordo che da bambina ero timidissima ,,e facevo fatica a tirar fuori la voce,,,ma pian piano mia madre mi ha insegnato che era una gran cosa salutare e ringraziare ,,,è il modo con cui gli esseri umani che si incontrano si riconoscono come esseri umani,,è il rispetto per la dignità dell'altro

xenia anche a me mi strillano in macchina,,,e ogni volta rimango stranita,,,

poi mi rendo conto che quelle persone sono degne di compassione,proprio per la loro mancanza di sensibilità,,,,
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Lun Set 06, 2010 4:57 pm

La gentilezza, al mondo d'oggi, è sorpassata, antiquata, roba d'altri tempi.
Questo mondo è per gli ignoranti, i maleducati, e gli arroganti, gli altri remano solo controcorrente, e si trovano male, spesso derisi e umiliati.
E' come dice Namo,
l'educazione va insegnata e se nessuno più si adopera a farlo, le nuove generazioni saranno sempre più maleducate, ed è già così per la gran parte dei ragazzi d'oggi :
nessuno ringrazia, nessuno si scusa, nessuno si alza per dare il posto ad un anziano, nessuno saluta...
Si, possiamo continuare a comportarci con educazione, anche perchè non sappiamo fare il contrario, ma ho paura che non riusciremo ad accantonare questa ormai sovrana maleducazione e conviverci è sempre più difficile, è capitato anche a me cara Xenia di piangere per un insulto davvero pesante e gratuito...
Non è facile cambiare il sistema, neanche con l'esempio!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Gen 09, 2011 5:06 am

La gentilezza è il moto interiore che vive nell'Essere, mai una maschera ... il cuore gentile non perde di autorevolezza, ma è anche vero che non tutti la meritano, pochi rispecchiano questo stato d'animo. Molti si sono spenti, e purtroppo per sempre.
Tornare in alto Andare in basso
namogle
Penna esperta
Penna esperta
avatar


MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Dom Gen 09, 2011 11:39 pm

Bel pensiero sulla gentilezza!!!
"E' un modo interiore che vive nell'essere..."
e concordo a pieno che un cuore gentile non perde autorevolrezza
ma da ottimista e speranzosa credo che se un cuore
si è spento piano piano lo si puo' riaccendere
e risplenderà di luce gioiosa!!
un cuore gentile non si ferma ma rallenta.

by namo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   Lun Gen 10, 2011 12:16 am

Se non è proprio morto si può tentare, ma è un'impresa davvero impossibile se non c'è brace sotto la cenere, a me pare che di persone vive ne siano rimaste davvero poche, ecco spiegata la freddezza crescente.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Elogio della gentilezza   

Tornare in alto Andare in basso
 
Elogio della gentilezza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La Vita è Follia. La Follia è Saggezza. (Elogio della Follia di Erasmo da Rotterdam)
» Elogio alla Nutella
» mascherine per interruttori della luce
» TOUR GUIDATO DELLA TOWER OF TERROR!!
» #4 Le ali della notte - dicembre 1998

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Introspezione :: L'oasi-
Andare verso: