:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Lun Gen 31, 2011 6:35 pm

HO DECISO DI POSTARE QUALCOSA PERCHE ALCUNE COSE LETTE MI HANNO MESSO CONFUSIONE ,MI PERMETTO DI METTERE L ARGOMENTO SOTTO LIBERTA DI PAROLA PERCHE CREDO CHE OGNUNO
ABBIA IL DIRITTO E FORSE ANCHE IL DOVERE DI ESPRIMERE LA PROPIA OPINIONE

CE UN ARGOMENTO CHE MI STA PARTICOLARMENTE A CUORE ,L AMICIZIA ,SU CUI SI E DETTO MOLTO
E FORSE NON ANCORA ABBASTANZA.
L AMICIZIA ESISTE ,SE NON VIENE MANIPOLATA,OBBLIGATA,CONTORTA,
L AMICIZIA A MIO PARERE E UN SENTIMENTO ,UN EMOZIONE FORTE E UN LEGAME BASATO SU SANI PRINCIPI,SUL RISPETTO ,SULLA COMPLICITA,SU UN AMORE INCONDIZIONATO DOVE CIO CHE FAI LO FAI PERCHE LO SENTI,L AMICO NON METTE CONDIZIONI NON METTE DAVANTI COMPROMESSI O QUANT ALTRO,..
NON VOGLIO NE OFFENDERE NE METTERE NULLA DI PERSONALE ,VOGLIO FAR CAPIRE SEMPLICEMENTE
COME LA VIVO IO IN PRIMA PERSONA.
NELLA VITA SI ATTRAVERSANO DIVERSE FASI ,PIU COMPLICATE ,PIU SPENSIERATE E VIA DICENDO
A VOLTE CAPITA DI INCONTRARE NELLA VITA DI OGNUNO QUALCUNO CHE IN QUEL MOMENTO PRECISO
DELLA TUA ESISTENZA FA PARTE DELLE TUA VITA ,A VOLTE CE UNA CONTINUITA A VOLTE NON E COSI
MA NON MI E MAI CAPITATO DI INTERROMPERE O TAGLIARE UNA PERSONA FUORI DALLA MIA VITA
SOLO PERCHE NON LA PENSA COME ME.
TUTTI O MEGLIO LA MAGGIOR PARTE DI VOI SA CIO CHE STO FACENDO ,IL MIO CAMBIAMENTO ,NON
HO MAI CHIESTO A NESSUNO DI ACCETARE CIO ,NON MI SONO MAI POSTO PER FORZA,..
PERCHE OGNUNO HA IL SUO EQUILIBRIO .
NON HO CHIESTO MAI A NESSUNO COSA FACCIA SESSUALMENTE CON IL COMPAGNO O LA COMPAGNA
PERO A ME E STATO CHIESTO SI E CERCATI DI IMMAGINARE...QUESTO HA FERITO LA MIA INTIMITA,
CERTO NON MI FACCIO PRENDERE DAI GIUDICI ALTRUI ,PERCHE IO PER LO MENO SO CHI SONO SO CIO CHE VOGLIO ,QUESTO CHE STO DICENDO NON E RIFERITO A NESSUNO DI VOI SIA BEN CHIARO IO IN QUESTO FORUM HO SEMPRE TROVATO PERSONE CHE MI HANNO DIMOSTRATO CHE MAGARI PUR NON COMPRENDENDO LA MIA SCELTA LA RISPETTAVANO,
CREDO CHE LE PERSONE COME ME ABBIANO UNA SENSIBILITA MAGGIORE NEI CONFRONTI DELLE ALTRE
PERSONE .
PERCIO TORNADO AL DISCORSO ,LA DOMANDA E ,SIAMO POI NELLA REALTA CIO CHE SCRIVIAMO QUI??
IO SONO PARTITO IN QUESTO FORUM DICENDO LA VERITA SENZA NASCONDERE CHE DALL ALTRA PARTE CI SONO ...IO E SOLO IO ,...


PUO SEMBRARE UNA PROVOCAZIONE MA E SEMPRE INTERESSANTE CONFRONTARSI


GRAZIE PER AVERMI LETTO E MI PIACEREBBE SENTIRE LA VOSTRA ....


DYLAN
Tornare in alto Andare in basso
lisa
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Lun Gen 31, 2011 9:45 pm

Le tue parole come sempre hanno avuto la capacità di emozionarmi e di farmi guardare dentro senza avere la sensazione di vuoto o di giudizio a spron battuto.
L'amicizia,il suo valore,il modo in cui ci si pone nella vita alla lunga credo che emergano anche qui nel forum dove si è sempre cercato di andare oltre.
Oltre le scelte sessuali di ognuno di noi,oltre alle ideologie religiose che se anche mai espresse perchè vietato sono sempre emerse così come pure emergono anche senza volerlo alcune ideologie politiche ma le persone sono fatte anche di questo.
una persona è un mondo unico e magico e forse per questo mi accaloro tanto quando viene urtata e ferita la persona nel suo essere più intimo e nascosto pur essendo così palese a volte.
Non esiste un modo giusto di essere e di vivere le proprie emozioni esiste solo il viverle ed il cercare di trarre il meglio da esse.
A volte la bocca è più grande di tutta la faccia e parla perchè forse non ha mai realmente sofferto o forse si è lasciata scivolare addosso i momenti più forti senza apprendere nulla da questi.
A volte si parla perchè non si vuole essere da meno e per sentirsi accettati da alcuni gruppi è necessario essere come altre persone anche se le loro idee fanno inorridire,pochi accettano di andare avanti da soli senza boicottare la sua persona ed i suoi ideali.
A volte si parla solo perhè questo fa si che l'attenzione si sposti da se stessi verso gli altri che magari non possono difendersi perchè all'oscuro.
LA vita sta andando controcorrente ormai si stanno perdendo i riferimenti e per assurdo chi è sincero,chi si espone,chi si vende per ciò che realmente è fa quasi paura e diventa bersaglio da sfidare e perseguire invece che una persona da apprezzare per la sua franchezza,cose che spaventano forse troppo oggi.
NOn riesco a dirti se tutti siamo ciò che scriviamo,una cosa è certa però: le finzioni vengono smascherate ampiamente anche se a volte accade che nonostante tutto qualcuno scelga di non vedere,di non riuscire a capire,oppure è già li con l'indice pronto a schierarsi contro chi ha visto bene ed ha compreso come funziona cose del tipo :o sei con me o sei contro di me.
Non capisco quale possa essere la soddisfazione che si ottiene ferendo le altre persone in modo così banale e gratuito.
Una sola cosa però tu non cambiare mai e cerca di restare sempre la bella persona onesta e trasparente che sei!
Non badare a chi più che parlare sparla ,magari è solo incusiosito e non trova il modo giusto per chiedere,magari è solo frustrato e vive una situazione che non gli piace molto,magari è solo una persona sola e piena di rimorsi e rimpianti insomma nessuno dovrebbe tirare conclusioni affrettate e nessuno dovrebbe andarci giù duro ma a volte capita e questo è innegabile fa parte della natura umana sta a noi non farci cambiare dagli eventi che non amiamo.
io ti auguro solo tanta luce,serenità e di ricevere lo stesso calore,gli stessi sorrisi,la stessa profondità che regali tu a tutti noi e se così non fosse prendi la gioia che ti arriva dai rapporti che sono corretti per te e moltiplicalaper il nunero dei tuoi sorrisi vedrai che ne crescerà anche alla fine di felicità!
Ti abbraccio caro amico! Lisa
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Mar Feb 01, 2011 12:23 am

intanto grazie lisa le tue parole come sempre creano emozioni positive in me

e poi ringrazio claudia che davvero come dice non siamo poi cosi differenti

e chiedo scusa se poteva sembrare uno ...sfogo a volte divento..troppo
passionale specie se vengo toccato sul vivo


un abbraccio dylan
Tornare in alto Andare in basso
flilla
Scrittore eccelso!!!
Scrittore eccelso!!!
avatar


MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Mar Feb 01, 2011 1:45 pm

a te che hai voluto metterti a nudo facendoci partecipi delle tue emozioni.
Condivido in pieno il tuo pensiero, come potrebbe essere diversamente visto che che sei così leale e sincero?
Anch'io ho avuto esperienze di "amicizie" che ritenevo tali ed al momento opportuno m'hanno girato le spalle perchè mi sono espressa in totale libertà di pensiero, c'ho sofferto molto perchè per me amicizia vuol dire, si rispetto, ma anche fiducia e sincerità, ma non per tutti è così, purtroppo, allora preferisco non averne di amicizie così, pronte solo a darti una mano se son sicure di ricevere qualcos'altro di ritorno, oppure persone che, pur essendo reali, fingono d'essere diverse per essere accettate, prima o poi si riveleranno per quel che sono veramente ed allora la delusione ci sarà ugualmente.
Penso che nessuno al mondo è detentore della verità assoluta, perchè come son convinta che la perfezione non esista sono altrettanto certa che nessuno sa quale sia la verità di tutto, ognuno sceglie la propria per quel che gli detta la sua personalità, ma l'intelligenza, se vogliamo chiamarla così, sta nell'accettare la verità altrui o, almeno, confrontarsi con l'altro, anche se si rimane sulla stessa posizione un sano confronto non può far altro che accrescere la nostra esperienza di vita, e non mi pare poco sto pensando.. , ma la cosa fondamentale è rispettare l'altro senza additarlo come fosse colpevole d'eresia o di chissà quale altro peccato!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Mar Feb 01, 2011 2:23 pm

Io ho aperto un post similare poco tempo fa, sinceramente ho riflettuto sulla eprdita di alcuni amici o simili.

E per almeno uno di loro devo dire che non sono riuscita ad essere troppo arrabbiata. Semplicemente questa eprsona si era mostrata sempre per quel che era almeno a tratti e non potevo aspettarmi altro che una voltata di spalle. Penso che talvolta senza dover ricadere sulla falsità forse le peorsone siano quel che siano e quando non sembra che lo siano forse lo sono lo stesso... Se non ti dico quello che penso non nascondo ciò che sono perchpè sono una che non dice quello che pensa.

questa è la mia opinione, oggi tendente alla comprensione degli altri. ci provo ora che sono ispirata, casomai domani mi passasse la compassione...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Mar Feb 01, 2011 4:38 pm

Leggo solo ora, non sono riuscta a passare ieri in giornata e neppure stamattina per un saluto.


Dylan, io credo che ognuno di noi, negli anni abbia accumulato esperienze di vita reale (e qualche volta anche virtuale) che lo hanno reso quello che e' e che gli (o le) hanno permesso di arrivare alle conclusioni che gia' qualcuno di voi ha espresso chiaramente.

Cerco di spiegarmi di meglio: penso che ognuno di noi abbia avuto amicizie vere, altre presunte tali che pero' non hanno retto alle prove della vita, e magari sia stato anche causa di delusione per altre persone piu' o meno inconsapevolmente.
Questo sia nella vita reale che virtuale, della "diversita' " dei due ambiti credo ne abbiamo ampiamente discusso piu' e piu' volte.
.

Detto questo mi permetto di citare questo passaggio di Flilla che approvo in toto:

"Penso che nessuno al mondo è detentore della verità assoluta, perchè come son convinta che la perfezione non esista sono altrettanto certa che nessuno sa quale sia la verità di tutto, ognuno sceglie la propria per quel che gli detta la sua personalità, ma l'intelligenza, se vogliamo chiamarla così, sta nell'accettare la verità altrui o, almeno, confrontarsi con l'altro, anche se si rimane sulla stessa posizione un sano confronto non può far altro che accrescere la nostra esperienza di vita, e non mi pare poco , ma la cosa fondamentale è rispettare l'altro senza additarlo come fosse colpevole d'eresia o di chissà quale altro peccato!!!!"



Tornare in alto Andare in basso
cioccolataconpanna
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Dom Feb 06, 2011 9:36 pm

E' una bella domanda..Tante persone si spacciano per ciò che non sono...tante persone mentono o cercano di far passare "la propria verità". Di delusioni negli ultimi anni ne ho ricevute un bel pò...e qualche volta sono stata "scartata" proprio perchè non mi uniformavo all'amico\a. Ho sempre pensato che in tutte le relazioni il dialogo e le cosidette vie di mezzo siano cose da mettere in atto...non sempre ho trovato dall'altra parte la propensione per queste due cose...e dunque a malincuore si tagliano i rapporti..tanta amarezza per l'ennesimo fallimento ma si cerca di andare avanti...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
dharma
Oltre l'apparenza....
avatar


MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Dom Feb 06, 2011 10:24 pm

ho pensato un bel pò alla tua domanda,,,

la risposta che mi sono data è

'' forse perchè si vorrebbe essere così come si dice e non si riesce,,,''

vedo tanta fragilità intorno e dentro di me,,,
credo che molte persone vogliano essere ciò che sentono di non essere ,e questo crea grande contraddizione,,,

questo non giustifica il comportamento però,,,occorre vigilare per potersi accettare ,e di conseguenza accettare gli altri ,,nella loro totalità ,,,

un abbraccio dylan ,,fa piacere leggerti ,,,
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   Lun Feb 07, 2011 2:24 pm

Io penso anche che le poersone parlino politicamente corretto proprio per non essere politicamente scorretti ne è prova il fattoc he si tende ad usare eufemismi e che chiamare le cose col proprio nome capita che si venga criticati per essere troppo schietti...
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?   

Tornare in alto Andare in basso
 
PERCHE SI PARLA E POI NON SI E CIO CHE SI DICE?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La Gioconda di Leonardo : i "perche'" di un capolavoro
» Primo elfetto nella noce portafortuna
» RE: BIENNALE DI VENEZIA E RITORNO ALLA FIGURAZIONE; PERCHE' NON C'E' NUNZIANTE?
» Super man 12" Mattel (E' ARRIVATO!)
» Karim Capuano in coma

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Introspezione :: Libertà di parola-
Andare verso: