:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Ti Perdono

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Ti Perdono   Mer Nov 20, 2013 6:16 pm

L'argomento "perdono" sarà gia stato sicuramente
trattato e sviscerato in questo forum,
ma io essendo una nuova utente voglio cmq  riproporlo,
confrontarmi con altre opinioni riguardanti
questo intricato.. come vogliamo definirlo?
Gesto?  Atteggiamento?  Propensione?
 
Per molta gente l'atto di perdonare viene visto come una debolezza,
per altre persone invece è considerato una atto di forza
La domanda è: siamo davvero capaci di perdonare?
Ho letto e ho ascoltato frasi bellissime sul tema "perdonare"
 
Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo: (Gandhi)
Solamente chi è forte è capace di perdonare. Il debole non sa
Ne perdonare ne punire. (sempre Gandhi)
Perdona sempre i tuoi nemici. Nulla li fa arrabbiare di più (O.Wilde)

 
Potrei continuare all'infinito, ma lo scopo non è quello
di riempire un topic di frase fatte, bensì di capire se si ha davvero
la facoltà di riuscire a perdonare fino in fondo.
 
Qualcuno ebbe a dire: si perdona ma non si dimentica..
non so chi l'abbia detta, non so quindi a chi sto riferendo il mio dissenso,
ma ci ho riflettuto molto su  e non riesce proprio a convincermi.
 
Come si può perdonare e al tempo stesso non riuscire a cacciare via
l'amarezza che lascia inevitabilmente dentro noi un torto subito?
Io come tante altre persone ho ricevuto dei torti, delusioni, fregature,
ma non ho mai provato dentro di me la sete di vendetta, vale a dire
che sono andata avanti ugualmente senza avere quel risentimento
nei confronti di chi mi ha ferita che non lascia vivere in serenità
fin quando non si riesce a restituire il torto ricevuto con la stessa moneta,
posso considerarmi una persona abbastanza tranquilla, pertanto, a che
serve perdonare se dentro di noi non siamo riusciti a dimenticare?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
damdam
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Nov 20, 2013 6:53 pm

siamo adatti al perdono'?
provo ad analizzare il mio punto di vista..
tutti abbiamo subito torti gravi e meno gravi...
neanche io ne sono esente...
perdonare?
direi di si...
perdonare vuol dire anche sminuire anzichè
ingrandire...
considerando un'ottica ed un punto di vista molto semplice...
non perdonare vorrebbe dire
covare odio, risentimento, rancore...
qualsiasi cosa si covi serve a macerare prima se stessi...
continuo a dire che mi ritengo fortunato
a non serbare rancore e risentimento in generale...
probabilmente sono un tipo che si infiamma
quando percepisco di essere preso in giro
o quando mi sento ingannato...
ma ritengo inutile e dannoso continuare a covarlo
ed il mio corpo e la mia mente espelle automaticamente
quello che lo danneggia...
(processo naturale non forzato intendiamoci)
quindi alla fine prevale l'ottimismo e la voglia di
vivere pienamente e continuare ad annusare la vita
partendo sempre senza prevenzione...
non è inciampando lungo la mia strada
che perdo la voglia di percorrerla fino in fondo.
vittoriaaaa!!

_________________
Se vogliamo misurare il valore della nostra vita
dobbiamo dare un valore alla vita degli altri
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Nov 20, 2013 7:45 pm

damdam ha scritto:
non è inciampando lungo la mia strada
che perdo la voglia di percorrerla fino in fondo.
vittoriaaaa!!
 
 
bella questa frase dam! vittoriaaaa!! 
 
peccato che sono di corsa e non posso rispondere anche al tuo intervento,
mi aspettano gli amici per una pizzata ooook 
 
ritornerò... mi perdoni? ahahaahahah hahahah
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
damdam
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Nov 20, 2013 9:45 pm

Zim ha scritto:
damdam ha scritto:
non è inciampando lungo la mia strada
che perdo la voglia di percorrerla fino in fondo.
vittoriaaaa!!
 
 
bella questa frase dam! vittoriaaaa!! 
 
peccato che sono di corsa e non posso rispondere anche al tuo intervento,
mi aspettano gli amici per una pizzata ooook 
 
ritornerò... mi perdoni? ahahaahahah hahahah
ti perdono.. certo...
   e ti auguro di passare una serena e folle serata...

_________________
Se vogliamo misurare il valore della nostra vita
dobbiamo dare un valore alla vita degli altri
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Gio Nov 21, 2013 7:02 pm

damdam ha scritto:
ti perdono.. certo...
   e ti auguro di passare una serena e folle serata...
 
 
denghiù!!! ti ringrazio con un inglese spaghettato aahhaha!!! hahahah 
sarebbe stata una bella serata se non ci fosse stato
il mio mal di gola a guastarla.. ma vabè! nuoooo daiii 
 
mi complimento per la tua risposta
perchè si percepisce che sei una bella persona,
con questo però  non voglio dire che per chi non ce la
fa a digerire un tradimento, un torto subito ecc.. ecc.. non lo  sia
altrettanto, credo che tutto poi dipenda dalla portata
del torto che ci è stato fatto e dalla sofferenza che questo ha causato,  
dietro una pugnalata alle spalle si aggiunge l'orgoglio ferito,
l'umiliazione, quindi la rabbia che pervade e spesso,
anzi troppo spesso non è per niente facile perdonare, a me dispiace
molto  per tutte quelle persone che provano rancore con quella  sete
di vendetta che si portano  dentro, perchè capisco che vivono uno stato
di sofferenza angosciante, il rancore penetra  dentro l'anima e alla fine
la vita prende questa piega, il risentimento diventa la loro essenza,
questo non è vivere!!!
 
Come ho scritto in precedenza, io non faccio parte di quella categoria,
non sono una persona vendicativa, non per scelta, ma per natura,
dopo la rabbia iniziale, dopo aver provato sofferenza, amarezza  e odio
scatta in me (processo naturale non forzato, come il tuo) l'indifferenza ed è
su questa indifferenza che mi domando se sia giusto perdonare o no!
 
Se con "perdono" si intende restituire il saluto, ritrovarsi qualche volta
per parlare del più e del meno, io l'ho fatto.. ma la fiducia ormai  tradita
potrò mai restituirla? Credo che una volta persa la fiducia, ritrovarla è rarissimo,
ma sono anche del parere che sbagliare è umano e che quando vogliamo
veramente bene a qualcuno è giusto dargli una seconda possibilità,
c'è una frase che ho letto tempo fa in giro per web e mi ha fatta sorridere
che dice più o meno così:

"A volte dare a qualcuno una seconda
possibilità è come dargli un'altra pallottola per la sua pistola,
perchè la prima volta ti ha mancato."

 
Tu domandi se siamo adatti al perdono, non lo so..
personalmente posso solo  dire che ho vissuto delle situazioni,
dove sono stata capace di perdonare, altre invece
che non ce l'ho proprio fatta,  malgrado questo mi sento
una persona tranquilla che non cova
nessun risentimento e nessuna rabbia dentro.
 
vittoriaaaa!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
damdam
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Gio Nov 21, 2013 10:34 pm

ciao zim...
non voglio passare per un santo o per una persona perfetta
non lo sono e neanche voglio esserlo..
perdonare vuol dire anche passare oltre...
e se non riesco o semplicemente non voglio
mantenere un rapporto con le persone che m hanno reso un torto
semplicemente cambio strada
e dono la mia totale indifferenza..
ooook 

_________________
Se vogliamo misurare il valore della nostra vita
dobbiamo dare un valore alla vita degli altri
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Ven Nov 22, 2013 12:43 am

sono d'accordo con te  
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mar Dic 17, 2013 4:00 pm

oggi sono particolarmente acida  rabbiaaaaa  e sul perdono la vedo così:
 
Pretendere il perdono è una forma di egoismo, ma anche perdonare può essere egoismo.
Nel primo caso chi pretende di essere perdonato è colui che non vuol vivere con un peso
sulla coscienza,  con quel rimorso che ti addenta interiormente senza tregua.
Nel secondo caso invece, subentra l'interesse che si ha per quella persona, se l'idea di perderla
è più dolorosa, più logorante che nel concederle il perdono, è pertanto un  più pensare a se stessi.
Personalmente mi sono trovata in entrambe le situazioni, ho perdonato e sono stata perdonata,
ma ho vissuto anche altre situazioni dove non sono stata capace di concedere il perdono, questo perchè tutto dipende dal torto che ho subito, ci sono degli errori (come insegna la famosa frase latina: errare humanum est) che se fatti  inconsciamente, senza metterci quella cattiveria, quel veleno con l'intenzione di ferire, di procurare del dolore, mi trovano disposta al perdono, mentre invece alla crudeltà, a quella cattiveria insita in certi soggetti, chiudo letteralmente la porta in faccia!!
Dal letame non nascono i fiori, quando Fabrizio De Andrè in una sua famosa canzone asseriva il contrario, si riferiva a tutt'altra faccenda.
 
 ho ragione io!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Dom Mag 11, 2014 9:56 pm

Parto da un concetto che ho riscontrato essere vero: non esistono persone buone o cattive, esistono solo persone condizionate! Condizionate dall'infanzia che hanno vissuto.
Una persona mi fa un torto: faccio il possibile per non reagire subito come verrebbe spontaneo, cerco di "capire" quella persona e vedere cos'ha avuto dall'infanzia e dalla vita. Scopro quasi sempre che ha vissuto un'infanzia infelice ed è un frustrato che riversa su di me o chi altro, le sue amarezze........ a questo punto anche se non giustifico, CAPISCO!!!!!!!.........e quando CAPISCO, il perdono mi diventa facile.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
damdam
Admin
Admin
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Lun Mag 12, 2014 12:03 am

sono molto vicino al tuo pensiero
ed al tuo modo di " condensare" la vita geronimo...
ma ogni tanto cerco di ragionare da un altro punto di vista...
se mi immedesimo sempre e comunque negli altri
non diventa automatico giustificare tutto?
e fino a che punto è giusto cosi?
alla fine ci ragiono ed arrivo ad una conclusione
giustifico solo quello che il mio stomaco riesce a giustificare...
capisco che comunque è un condizionamento
ma un minimo di confine la mente deve averlo per spaziare meglio.
 ooook 

_________________
Se vogliamo misurare il valore della nostra vita
dobbiamo dare un valore alla vita degli altri
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Lun Mag 12, 2014 1:38 pm

Penso che la vita non sia facile per nessuno, poi se ci sono quelli che decidono di combattere i propri malesseri, versando la propria cattiveria su altre persone che non hanno alcuna responsabilità delle loro preoccupazioni e tormenti, a mio avviso diventa esclusivamente un discorso di pura crudeltà e io non sono nè il loro pungiball nè il loro psicologo.
Anche la mia vita non è tutta rose e melodie, però mai mi sognerei di ferire altre persone per dar sfogo alle mie sofferenze, perchè lo considererei un atto di vigliaccheria travestito di aggressività.
Il rimedio di  tutti i mali sappiamo bene che è l'amore, quindi iniziamo a rispettare chi ci è vicino.
 
Altro mi verrebbe da dire.. ma non voglio annoiare, quindi vi ringrazio per il vostri interventi che mi hanno permesso di riflettere ancora  ooook
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Mag 14, 2014 12:23 am

damdam ha scritto:
sono molto vicino al tuo pensiero
ed al tuo modo di " condensare" la vita geronimo...
ma ogni tanto cerco di ragionare da un altro punto di vista...
se mi immedesimo sempre e comunque negli altri
non diventa automatico giustificare tutto? Vero!!! Questo è un "rischio" che io corro spesso  non so nullaaaaa.. 
e fino a che punto è giusto cosi? se fossimo capaci di dare una risposta a questa domanda, avremmo risolto il problema
alla fine ci ragiono ed arrivo ad una conclusione
giustifico solo quello che il mio stomaco riesce a giustificare...
capisco che comunque è un condizionamento
ma un minimo di confine la mente deve averlo per spaziare meglio. Giusto!!! Il confine è un limite, ma è anche una misura e se non avessimo misure non potremmo avere parametri di confronto
 ooook 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Mag 14, 2014 12:25 am

Zim ha scritto:
Penso che la vita non sia facile per nessuno, poi se ci sono quelli che decidono di combattere i propri malesseri, versando la propria cattiveria su altre persone che non hanno alcuna responsabilità delle loro preoccupazioni e tormenti, a mio avviso diventa esclusivamente un discorso di pura crudeltà e io non sono nè il loro pungiball nè il loro psicologo.
Anche la mia vita non è tutta rose e melodie, però mai mi sognerei di ferire altre persone per dar sfogo alle mie sofferenze, perchè lo considererei un atto di vigliaccheria travestito di aggressività.
Il rimedio di  tutti i mali sappiamo bene che è l'amore, quindi iniziamo a rispettare chi ci è vicino.
 
Altro mi verrebbe da dire.. ma non voglio annoiare, quindi vi ringrazio per il vostri interventi che mi hanno permesso di riflettere ancora  ooook
Stai tranquilla che io non mi annoio, anzi: sarò io a correre il rischio di annoiare te  
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   Mer Mag 14, 2014 7:06 pm

geronimo ha scritto:
 
Stai tranquilla che io non mi annoio, anzi: sarò io a correre il rischio di annoiare te  

annoiarmi? stai  scherzando? per me sarà sempre un piacere leggerti! buona serata 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Ti Perdono   

Tornare in alto Andare in basso
 
Ti Perdono
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Perdono da cani
» Non è un'impressione: i gatti fanno finta di non ascltarci ma non se ne perdono una

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Introspezione :: Libertà di parola-
Andare verso: