:: Oltre l'Apparenza ::
Benvenuto visitatore...
questo forum è aperto a tutti coloro che hanno
la sensibilità e la voglia di confrontarsi senza timore.
Se lo troverai in sintonia con te
sarà un privilegio accoglierti tra noi.



 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Amare l'Amore

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Amare l'Amore   Ven Giu 27, 2014 9:41 am

Cesare era un ragazzo  di venticinque anni
Il padre era direttore di banca, la madre medico pediatra,
viveva in una bellissima casa di campagna, in un paesello del Veneto.
Quando conobbe Chiara, si stava laureando in lettere antiche.
Era un bellissimo ragazzo, alto, moro con dei bellissimi occhi verdi,
un ragazzo sognatore.
Si innamorò perdutamente di Chiara e iniziò a scriverle
delle lunghissime lettere d’amore ed ogni lettera
era un artificio letterario.
La continua ricerca di dare al verso quella sensualità, il saper sedurre
con parole eleganti, rivelavano la profonda devozione all’amore, un amore
convulso,  vorace e così intenso nei confronti della donna amata.
Per lui l’amore era adorazione, culto, venerazione, oltre che passione,
qualcosa che sfiorava l’eccesso, facendo sentire l’amata osannata e venerata
alla gloria, innalzandola in uno stato incostante di intensa felicità.
Ma questo grande sentimento fatto perlopiù di entusiasmo spirituale,
più che fisico, iniziò a stancare Chiara, tutto quel romanticismo
intellettuale, fece nascere in lei il dubbio di essere amata veramente come donna,
o se per lui era solo una figura evanescente da idealizzare in nome dell’amore.
I dubbi di Chiara si trasformarono in certezze.
Cesare era una persona strana, un uomo forse troppo sognatore, in lei non vedeva
la donna ma solo il suo sogno platonico.
Chiara prese altre strade, lui iniziò a chiudersi in una  sua realtà,
dentro un universo parallelo, la sua solitudine non lo opprimeva,
stava bene con se stesso, si dedicò all’insegnamento scolastico, amava
passeggiare sotto la pioggia, in strade deserte e  scrivere delle sublimi
poesie d’amore, tutte dedicate a lei.
trascorsero gli anni ed era una mattina d’autunno, bellissima,
una lieve brezza faceva cadere le foglie dai rami,
formando tutte a terra un tappeto dai riflessi dorati
che Cesare se ne andò per sempre,
stringendo tra le mani quel foglio  che conteneva l’ultima poesia per lei,
“Addio unico e grande amore mio per l’eternità”

(Dal mio blog)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Ven Giu 27, 2014 11:43 pm

Avere dei sogni è giusto e nrmale, idealizzare un nostro sogno in una persona significa coinvolgerla sentimentalmente!!!
Cesare non era innamorato di Chiara e nemmeno della vita: amava SOLO se stesso
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Sab Giu 28, 2014 2:19 pm

Tu dici?
A me resta difficile parlare dell'amore perchè le manifestazioni
di questo sentimento sono talmente ampie in tutte le loro sfaccettature,
che cercare di catalogarle mi è impossibile.

Però possiamo parlarne:)

Ad una prima lettura di questo racconto salta alla vista un uomo
innamorato della sensazione che trasmette l'innamoramento, rifiutandosi
di compiere il passo consecutivo: ovvero quello che gli esperti in materia
chiamano la trasformazione dall'innamoramento all'amore vero,
(io sorrido sempre quando li ascolto o quando li leggo, quanto affanno,
per spiegare la differenza)
quando due persone si piacciono, scatta  quella magica reazione chimica tra loro
mischiando mente e fisico con l'unico desiderio di consumare questa passione
che arde dentro, però sempre a detta degli esperti, questo non è amore, è solo attrazione
fisica che come una fiammata poi si spegne  per autocombustione!
Poi ovviamente ci sono quei legami che finita la fase dell'innamoramento
subentra la fase matura della relazione e da lì in poi decidano di sposarsi,
oppure accompagnarsi, e in tanti casi poi lasciarsi…

Cesare ha trascorso la sua intera vita con il pensiero fisso ed il cuore dedicati
esclusivamente a Chiara.
Ciò che provava dentro, non saprei dirlo, ma se per molte persone il suo
non era amore, come possiamo definirlo allora?  

grazie e buona giornata a te  vittoriaaaa!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Sab Giu 28, 2014 7:23 pm

Zim ha scritto:
Tu dici?
A me resta difficile parlare dell'amore perchè le manifestazioni
di questo sentimento sono talmente ampie in tutte le loro sfaccettature,
che cercare di catalogarle mi è impossibile. Credo sia impossibile a chiunque

Però possiamo parlarne:)

Ad una prima lettura di questo racconto salta alla vista un uomo
innamorato della sensazione che trasmette l'innamoramento, rifiutandosi
di compiere il passo consecutivo: ovvero quello che gli esperti in materia
chiamano la trasformazione dall'innamoramento all'amore vero,
(io sorrido sempre quando li ascolto o quando li leggo, quanto affanno,
per spiegare la differenza) Anch'io sorrido, perchè si arrampicano sugli specchi per VOLER dare una spiegazione  a tutti i costi......fanno parte dell'uffico complicazione affari semplici   
quando due persone si piacciono, scatta  quella magica reazione chimica tra loro
mischiando mente e fisico con l'unico desiderio di consumare questa passione
che arde dentro, però sempre a detta degli esperti, questo non è amore, è solo attrazione
fisica che come una fiammata poi si spegne  per autocombustione!
Poi ovviamente ci sono quei legami che finita la fase dell'innamoramento
subentra la fase matura della relazione e da lì in poi decidano di sposarsi,
oppure accompagnarsi, e in tanti casi poi lasciarsi…

Cesare ha trascorso la sua intera vita con il pensiero fisso ed il cuore dedicati
esclusivamente a Chiara.
Ciò che provava dentro, non saprei dirlo, ma se per molte persone il suo
non era amore, come possiamo definirlo allora?  

grazie e buona giornata a te  vittoriaaaa!!
Credo che amore sia anche condivisione, Cesare non ha condiviso niente di se stesso con Chiara, lo ha fatto solo con il foglio di carta. Le sue poesie le avrebbe lette solo lui......questa non è condivisione.....(dico il tutto senza cattiveria eh!).
Due persone si incontrano per la prima volta magari davanti ad un semplice aperitivo, da quel momento ci dovrebbe essere AMORE dicendo SI e NO senza nascondere niente di se stessi per far piacere all'altro.
Poi quell'AMORE diventerà attrazzione fisica, amore di coppia, unione.......? Benissimo: avrà le fondamenta solide perchè è stata sincerità completa fin dall'inizio

Buona giornata a te  
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zim
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Mar Lug 01, 2014 3:21 pm

ciao geronimo   

certo, il tuo ragionamento è molto lineare ed esplicito! non posso contraddire nulla;-)
però secondo me anche quello di Cesare era amore, forse un amore vissuto in maniera strana..
(la storia è vera eh!)

buona giornata   
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amithiel
Primi passi
Primi passi
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Mar Lug 01, 2014 5:48 pm

Secondo il mio punto di vista,Cesare amava in maniera estrema quella donna...Non era più una semplice donna,ma una divinità troppo delicata ed eterea per poterla amare del solo amore mortale.Tramite le sue poesie credo che egli volesse renderle quell'amore devoto che serbava nel cuore.Solo con le parole egli riusciva a dirle ed a manifestarle appieno quel vortice sentimentale che aveva dentro.Il contatto fisico non serviva ...non a lui.Credo che alla fine sia questa la cosa che per noi risulta di difficile comprensione.Siamo abituati (giustamente) a manifestare i nostri sentimenti non solo emotivamente ma anche fisicamente.Abbracciamo,tocchiamo,baciamo...ci concediamo attraverso il sesso in maniera del tutto libera...pensare che una volta il tutto avveniva con le sole parole tramite corrispondenza.Vi è una nota di struggente romanticismo nella sua storia...

Un sereno pomeriggio a voi   
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
geronimo
Giovane penna
Giovane penna
avatar


MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   Mer Lug 02, 2014 2:19 am

Perfettamente d'accordo con voi: Cesare aveva dentro di se un amore bellissimo e smisurato, ma non lo sapeva o voleva trasmettere, e allora non era l'amore che intendiamo noi normalmente. Amore è anche comunicare amore, dare e ricevere amore......altrimenti diventa amore solo per me stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Amare l'Amore   

Tornare in alto Andare in basso
 
Amare l'Amore
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
:: Oltre l'Apparenza :: :: Introspezione :: Libertà di parola-
Andare verso: